Home

Caos politico in Turchia e la lira sprofonda. Perdite pesanti su euro e dollaro

Scritto da -

Le turbolenze politiche vanno ad aggiungersi ad una situazione economica molto critica del paese

La situazione politica della Turchia si fa sempre più incandescente, e questo si fa sentire anche sulla già indebolita lira turca, che ha toccato nuovi minimi storici.
Nel paese regna il caos, visto che c’è stata una retata contro l’opposizione: Figen Yuksedag e Suleyman Demirtas, co-presidenti del partito filo-curdo Hdp, sono stati arrestati insieme ad altri 13 parlamentari.


Poche ore dopo un’auto-bomba è scoppiata davanti alla sede della polizia a Diyarbakir, purtroppo causando morti (almeno 8) e feriti (almeno 100). Il Premier Binali Yildirim ha attribuito l’attentato al Partito dei lavoratori del Kurdistan.

La situazione si sta facendo sentire sulla valuta turca. La lira già si è svalutata negli ultimi mesi, avvicinandosi sempre di più alla soglia critica di 3,2 per un dollaro (USDTRY).
Questa mattina è in calo dell’1,28% a 3,1493 contro il dollaro, meno addirittura di quanto valeva all’indomani del tentato colpo di Stato di luglio. Contro l’euro la perdita è del 1,25% (cross EurTry a 3,4969).

Le turbolenze politiche vanno ad aggiungersi peraltro ad una situazione economica molto critica, andando ulteriormente ad accentuare i timori che le prospettive di crescita possano continuare ad essere molto negative.

Non è possibile commentare questo post.

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA