Home
sterlina.jpg

Il PIL dà una piccola spinta alla sterlina. In rialzo i cross Gbp-Usd e Gbp-Jpy

Scritto da -

Nel 3° trimestre del 2016, il PIL del Regno Unito è salito dello 0,5%. Crescita tendenziale annua al 2,3%
L'economia britannica cresce e dà una piccola spinta alla sterlina. Nonostante i rischi connessi alla Brexit, nel 3° trimestre del 2016, il PIL del Regno Unito è salito dello 0,5% su base trimestrale. Un valore che è minore dello 0,7% dei tre mesi precedenti, ma comunque superiore alle attese degli analisti (+0,3%). Questo conferma l'accelerazione dell'economia britannica.

Nel dettaglio, il settore dei servizi è salito lo scorso trimestre dello 0,8%, mentre la produzione industriale è calata dello 0,4%. Male il settore manifatturiero (-1%) e quello delle costruzioni (-1,4%, il peggiore calo trimestrale da quattro anni).
Su base annuale, l'ONS (Office for National Statistics) fornisce una stima preliminare che evidenzia una crescita tendenziale che accelera al 2,3%, contro il 2,1% precedente ed atteso.

Sulla scia di questi dati, la sterlina è andata in recupero sul Forex. La moneta britannica azzera il ribasso dello 0,4% registrato contro il dollaro (GBPUSD) prima della diffusione della statistica e ora viaggia attorno a 1,2230. Buona performance contro lo yen (il cross GbpYen viaggia a 128,36), mentre nei confronti dell'euro (EURGBP), la sterlina si è apprezzata fino a 0,8890 pence per euro per poi scivolare attorno a 0,89275.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: fai la somma dei numeri
Y 4 c 6 s 6
Trading strategies

Ultime notizie
borsa-piazza-affari-4.jpg
I listini europei pagano i dati macro molto deludenti arrivati sia della Eurozona che dagli Stati Uniti
dollaro-5.jpg
Il rapporto sul lavoro ha segnalato la perdita di 701mila occupati a marzo, rispetto alla crescita di 273mila che c'era stata a febbraio
borsa-piazza-affari-4.jpg
Il rush dell'oro nero ha messo le ali ai titoli del settore oil: Eni è balzata del 6,93%, Saipem dell'8,87%, Tenaris si è fermata a +4,59%

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market