Home

Borse Europee in rosso sui timori obbligazionario Usa. Milano -0,55%

Scritto da -

Sono avanzati ancora i titoli del comparto energetico, come Eni, Saipem e Tenaris, con il prezzo del petrolio in crescita

Finisce con una seduta negativa la settimana dei listini europei, appesantiti dall’andamento dei rendimenti dei titoli di Stato Usa e dalle parole di Powell pronunciate nella serata di giovedì (non verrà fatto nulla per frenare i rendimenti dei Treasuries).
Non bastano a risollevarli i buoni dati macro americani riguardanti il lavoro, con i Non Farm Payrolls migliori del previsto.
In questo quadro, la Cina ha indicato di aspettarsi una crescita del Pil del 6% per il 2021, quando c’era una attesa per un target dell’8%.

A Piazza Affari il ha perso lo 0,55%, archiviando la seduta a 22.965,63 punti.

Sono avanzati ancora i titoli del comparto energetico, come Eni, Saipem e Tenaris, con il prezzo del petrolio in crescita dopo la decisione dell’Opec di non modificare gli assetti della produzione.
Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti tecnologia (-2,59%), chimico (-1,73%) e beni industriali (-1,64%).
Le più forti vendite si manifestano su Inwit a -3,70%. Malissimo anche Nexi, in caduta del 3,54%.

Nel resto d’Europa, a Parigi il Cac40 lo 0,82% e a Francoforte il lo 0,96%. Londra -0,31%, ribasso anche per Madrid (-0,88%).
Wall Street intanto parte con molta fatica, ma poi chiude in netto rialzo. Lo segna 1.95%, il 1.85% e il 1.55%.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA