Home

Borse Europee in rosso dopo una seduta nervosa. Milano segna -0,9%

Scritto da -

Tra i peggiori del listino ci sono i comparti materie prime (-2,79%), alimentare (-2,73%) e media (-1,97%)

Finisce con una seduta negativa (caratterizzata da un certo nervosismo) il mese di febbraio delle Borse. Gli investitori adesso sono concentrati soprattutto sui rendimenti dei titoli di Stato e il possibile aumento dell’inflazione nei prossimi mesi.

A Piazza Affari il ha perso lo 0,93%, archiviando la giornata a 22.848,58 punti.
Tra i peggiori del listino ci sono i comparti materie prime (-2,79%), alimentare (-2,73%) e media (-1,97%).

Ferrari, che mette a segno un +1,16%, è l’unica tra le Blue Chip di Piazza Affari a riportare una performance apprezzabile.
Ancora una seduta di forti vendite su Saipem (-3,17%), dopo i conti 2020 e una guidance 2021 giudicata deludente.
Realizzi su Tenaris (-1,12%), che invece aveva visto ieri una brillante accoglienza ai risultati dello scorso anno. Debole anche Eni (-2,05%).
Male anche Telecom Italia (-2,51%) e Leonardo (-2,44%).
Giornata debole anche per le banche.

Chiusura in rosso anche per il resto d’Europa. A Francoforte il cede lo 0,67%, Parigi scivola di 1,39%. In calo anche Madrid, che retrocede dell’1,12%. In caduta libera Londra, che perde 2,53%.
Volatile Wall Street, con gli indici contrastati su cui pesa l’alto rendimento dei titoli di Stato Usa. Lo chiude a -0.48%, il -1.50% e il avanza di 0.56%.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA