Home

Polonia, la NBP conferma i tassi (0,1%). L’USDPLN testa la Ema50

Scritto da -

Un eventuale ulteriore taglio nel primo trimestre del 2021 non è stato escluso dal presidente dell’NBP

La Banca Nazionale Polacca (NBP) ha mantenuto il tasso di riferimento al minimo storico dello 0,1%, come previsto dal mercato. Nelle riunioni tra marzo e maggio 2020, il Consiglio di politica monetaria ha ridotto tre volte il tasso di riferimento per un totale di 140 punti base.

La forte recessione economica è il motivo che continua a spingere l’istituto centrale a confermare la propria politica accomodante.
Un eventuale ulteriore taglio nel primo trimestre del 2021 non è stato escluso dal presidente dell’NBP, Adam Glapiński, ma per tale mossa occorrerebbero condizioni davvero estreme (terza ondata della pandemia, inflazione al di sotto del target).

Sul fronte valutario, la valuta polacca sta subendo una certa pressione da parte del dollaro (UsdPln), che sta beneficiando dell’aumento dei rendimenti dei titoli del Tesoro.
Il cambio USDPLN sè rimbalzato dai minimi da giugno 2018, che sono stati toccati poco meno di un mese fa a 3,61. Il cambio sta adesso testando la media mobile 50, che ostacola l’ulteriore rialzo (fonte grafica broker ).

img

Lo Zloty invece si è stabilizzato rispetto all’euro sui livelli intorno a 4,52-4,53 (EurPln).

Nel frattempo il tasso di inflazione annuale è sceso al 2,3% a dicembre (al di sotto delle aspettative di mercato del 2,6%), dopo essere stato al di sopra dell’obiettivo a medio termine della banca centrale del 2,5% per tredici mesi consecutivi. Ha così toccato il livello più basso dall’aprile 2019.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA