Home

CINA, la PBoC non tocca i tassi. USD-CNH rimane nell’area dei minimi di 30 mesi

Scritto da -

Gli economisti prevedono che i tassi ufficiali della PBoC aumenteranno di 30 punti base nel 2021

Per il settimo mese consecutivo, la People’s Bank of China (PboC) ha mantenuto invariati i tassi di riferimento sui prestiti, al 3,85%. L’ultimo ritocco al costo del denaro venne fatto ad aprile, quando venne tagliato di 20 punti base. La decisione era attesa dai mercati.
Anche il tasso principale del prestito quinquennale è stato mantenuto al 4,65%.

Secondo l’istituto centrale di Pechino, l’economia è tornata sulla buona strada e la politica fiscale è destinata a rimanere favorevole almeno fino all’inizio del prossimo anno. La PBoC sta gradualmente spostando la sua attenzione dalle misure di sostegno alla crescita verso una più attenta risoluzione dei rischi finanziari.
Gli economisti prevedono che i tassi ufficiali della PBoC aumenteranno di 30 punti base nel 2021.

Nel frattempo, mentre l’azionario cinese guadagna per la terza sessione consecutiva, lo Yuan continua ad essere molto robusto rispetto al dollaro. Il cambio USDCNH scambiato sui minimi di 30 mesi poco sopra 6,50 (fonte grafica broker ).

img

Negli ultimi giorni uno slancio importante alla valuta di Pechino l’ha dato l’accordo commerciale dell’Asia-Pacifico, firmato dalla Cina e altri 14 paesi settimana scorsa. L’accordo RCEP riduce le tariffe su una varietà di prodotti agricoli e manufatti.
Tuttavia, ad evitare ulteriori guadagni ci pensa il clima nervoso che si respira sui mercati, perché il continuo aumento dei contagi è una spada di Damocle sulla ripresa economica.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA