Home

Borse europee fiacche ma Milano resiste. Il FTSE Mib chude a +0,55%

Scritto da -

I migliori settori sono vendite al dettaglio (+3,16%), materie prime (+1,87%) e viaggi e intrattenimento (+1,78%)

Le borse europee chiudono contrastate, con Milano che segna un progresso dello 0,55%. L’euforia post vaccino si è un po’ spenta, e prevalgono diverse prese di beneficio, complice anche l’andamento in calo di Wall Street.

Il ha archiviato la sessione a 21.435,11 punti, spinto soprattutto dalla buona performance delle banche.
A Piazza Affari comunque i migliori settori sono vendite al dettaglio (+3,16%), materie prime (+1,87%) e viaggi e intrattenimento (+1,78%). Male i comparti immobiliare (-1,36%), sanitario (-1,00%) e chimico (-0,91%).

Tra le migliori azioni c’è Unipol, che vanta un incremento del 4,14% ancora sulla scia dei dati dei primi nove mesi migliori delle attese. Mediobanca va in progresso di oltre il 3%, con il mercato che si interroga sulle prossime mosse di Leonardo Del Vecchio, l’imprenditore salito oltre il 10% nel capitale dell’istituto a inizio ottobre. Bene anche Banco BPM, in salita del 2,58%.

Si sono distinte le Atlantia (+1,9%), sugli scudi da ieri, sulla scommessa che Cdp, insieme ai fondi Macquarie e Blackstone, facciano un’offerta per Aspi entro fine mese.
Ribassi su Hera, che continua la seduta con -2,05%. Crolla Avio (-16,6%), dopo il fallimento della missione per lanciare satelliti nello spazio.

Le altre borse europee prendono fiato e chiudono all’insegna delle vendite. Il di Francoforte passa di mano sulla parità, Londra scende dello 0,87%. Parigi cresce di un modesto +0,21%.
Wall Street chiude intento debole. Lo segna -0.48%, il perde 0.56% mentre il -0.21%.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA