Home

RUBLO in ripresa grazie a petrolio e sentiment positivo. UsdRub al test dell’Ema50

Scritto da -

La coppia USDRUB è scivolata verso il livello più basso da una settimana verso quota 76.30, e potrebbe insidiare il supporto a quota 75.82

I prezzi del petrolio in aumento e i dati macro arrivati dalla Cina, hanno reso il contesto molto positivo per il Rublo russo, che recupera il terreno perso sttimana scorsa mentre il dollaro rimane fiacco.

L’oro nero cerca di trovare uno spunto ben oltre i 40 dollari, dopo giorni molto altalenanti. La Russia, in quanto uno dei paesi leader della produzione, ne beneficia in modo diretto.
Intanto la produzione industriale in Cina marcia forte, superando le previsioni e aumentando le possibilità di una forte ripresa economica globale. E questo genera un sentiment molto ottimistico sui mercati.

A questi fattori già molto positivi per il Rublo, se ne aggiungono anche altri. Ad esempio i segnali da parte del team di Biden che gli Stati Uniti non imporranno restrizioni severe diffuse. Ma anche la conclusione di un accordo commerciale su larga scala tra i Paesi della regione Asia-Pacifico, che ridurranno i dazi.
Infine la notizia di un altro vaccino anti-Covid in rampa di lancio.

La coppia USDRUB è scivolata verso il livello più basso da una settimana verso quota 76.30, e potrebbe insidiare il supporto a quota 75.82. Prima però occorre superare il test della EMA50, che qualche settimana fa aveva rimbalzato il precedente tentativo ribassista della valuta moscovita (fonte grafica broker ).

img

Ricordiamo che la Bank Rossii ha preannunciato che potrebbe ritoccare al ribasso il costo del denaro nel prossimo futuro. “Se la situazione si sviluppa secondo le previsioni di base, la Banca di Russia valuterà la fattibilità di un ulteriore taglio del tasso di riferimento nei prossimi incontri“.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA