Home

I semiconduttori continuano a tirare malgrado il Covid. L’ETF SOXX attacca quota 350

Scritto da -

Questo fondo offre un'esposizione a società prevalentemente quotate negli Stati Uniti, e include alcuni dei player più importanti del settore

La crescita della richiesta di semiconduttori è uno degli aspetti che caratterizzano questo periodo. Lo testimoniano i dati della Semiconductor Industry Association (“SIA”), che nonostante la crisi pandemia ha rilevato a inizio settembre una crescita delle vendite mondiali del 4,9% rispetto al 2019, e del 2,1% rispetto al trimestre precedente. Le vendite sono aumentate sia per i prodotti di memoria che per quelli non di memoria.

Per questo motivo un fondo come può diventare una opzione interessante per i trader.
Questo fondo offre un’esposizione limitata a società prevalentemente quotate negli Stati Uniti, e include alcuni dei player più importanti del settore.

Le prospettive del mercato

Tecnologicamente parlando, l’industria dei semiconduttori è in continua evoluzione, visto che i chip sono utilizzati in un’ampia gamma di aree di prodotto tra cui informatica, telecomunicazioni, giochi, trasporti, sistemi militari e assistenza sanitaria.
Al tempo stesso, essendo una forte parte integrante dell’intera economia globale, le prestazioni del sono soggette ai “capricci” del mercato, specie in un periodo come questo.
Peraltro l’industria dei semiconduttori è ciclica: durante i periodi di forte domanda può esplodere, ma in fasi di crisi la domanda potrebbe calare e far accumulare scorte, esercitando una pressione al ribasso sui prezzi.
Pertanto, l’ottimismo va rivestito anche con note di cautela.

Precisato questo, non si può non evidenziare che secondo il World Semiconductor Trade Statistics, il mercato globale dei semiconduttori dovrebbe crescere del 6,2% per il 2021, guidato dalla crescita a due cifre dei chip di memoria. Non odbbiamo peraltro dimenticare che i produttori sono sollecitati dai leader del settore delle telecomunicazioni, per via dello sviluppo della rete 5G.

Quadro tecnico del SOXX

Un investimento nel diventa quindi molto più che una opportunità.
Dal punto di vista tecnico, il trend cominciato da marzo è in pieno svolgimento. Qualche giorno fa il tentativo di testare al ribasso la trendline è fallito (la solidità del livello era aumentata dalla contemporanea presenza della EMA50), e i “tori” hanno respinto le forze contrarie innescando un nuovo impulso che ha portato al superamento del precedente massimo a 331. Il prossimo target, ormai vicinissimo, è a 350 (fonte grafica broker ).

img

Il fattore di incertezza si chiama soprattutto Cina, che è sia il principale consumatore di semiconduttori che un grosso produttore. In questo senso bisognerà tenere d’occhio lo sviluppo della pandemia, ma anche i riflessi delle presidenziali USA sulla trade war. Infatti adesso che negli States il vento politico è cambiato, ci sarà un nuovo presidente a relazionarsi con Pechino.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA