Home
petrolio-4.jpg

Il PETROLIO rimane sotto pressione. Il Covid frena la ripresa e dalla Libia arrivano brutte notizie...

Scritto da -

La National Oil Corp annuncia un incremento produttivo fino a un milione di barili al giorno entro 4 settimane
Continua ad esserci una forte pressione sul petrolio, e così e comincia la settimana in calo.
L'umore dei mercati è appesantito sia da questioni inerenti la domanda, sia dal lato dell'offerta.

Su tutto domina la questione Covid. L'impennata di contagi sia negli Stati Uniti che in molti paesi Europei, sta alimentando il timore che la ripresa della domanda possa essere molto più lenta del previsto, visto che diversi Paesi stanno adottando misure più o meno forti di lockdown.

Ma neppure dal lato dell’offerta arrivano buone notizie per gli investitori. La National Oil Corp, la maggiore compagnia petrolifera libica, ha infatti revocato la forza maggiore sulle esportazioni dai porti di Es Sider e Ras Lanuf. Questo spingereà il livello di output esportato, mentre le previsioni di produzione - sorprendendo gli analisti - annunciano un incremento produttivo fino a un milione di barili al giorno entro 4 settimane.



Per questi motivi i prezzi del petrolio stanno finendo ancora sotto pressione, con cali di diversi punti percentuale. Il è scivolato sotto i 39 dollari al barile, mentre il scende è sceso sotto i 41 dollari.

Questo scenario metterà chiaramente in difficoltà l'OPEC+, tenuto conto che da gennaio 2021 gli accordi prevedono un incremento produttivo di 2 milioni di barili al giorno.
Bisognerà sedersi di nuovo al tavolo e rinegoziare i tagli. Settimana scorsa Putin si è già detto disponibile a estendere le riduzioni della produzione.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
7 i e 9 c 7
Trading strategies

Ultime notizie
borsa-piazza-affari-3.jpg
In luce sul listino milanese i comparti materie prime (+4,00%), petrolio (+2,14%) e viaggi e intrattenimento (+1,85%)
borsa-new-york-wall-street-3.jpg
Questa riduzione sarà operativa dal 9 al 24 dicembre 2020, e ogni giorno riguarderà un titolo diverso
petrolio-2.jpg
Si tratta di una soluzione compromesso che toglierà dal mercato circa il 7% della produzione globale

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Aggiornata a OTTOBRE 2020. Evitate le fregature: l'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market