Home

Borse Europee, la settimana finisce con un forte calo. Il FTSE Mib perde 1,85%

Scritto da -

A Milano non si salva nessun settore, mentre le peggiori performance riguardano costruzioni (-2,82%), sanitario (-2,53%) e automotive (-2,52%)

Finisce male la settimana sulle piazze azionarie. La tensione nuovamente crescente tra USA e Cina, unitamente alle forte vendite sui titoli tecnologici (a causa del rinvio del lancio di microchip Inter, -16% al Nasdaq), spingono i listini azionari europei in forte ribasso.

A Milano piovono le vendite

A Piazza Affari il chiude le contrattazioni a -1,85%, a quota 20.075,27 punti. E’ stata quindi salvata per un pelo la soglia dei 20mila.

A Milano non si salva nessun settore, mentre le peggiori performance riguardano costruzioni (-2,82%), sanitario (-2,53%) e automotive (-2,52%).
Forti vendite su Nexi (-6,11%), su cui pesa l’andamento negativo complessivo del settore dei pagamenti mentre sembra a un punto fermo l’attesa aggregazione con Sia. Sensibili perdite per Pirelli, in calo del 4,28%. Male anche Diasorin (-3,9%) che, dopo l’apertura dell’inchiesta da parte della Procura di Pavia sull’accordo con il Policlinico San Matteo sui test sierologici, ha deciso di sospendere le nuove sperimentazioni in corso con enti pubblici italiani. In apnea Unipol, che arretra del 4,22%.

Le altre Borse

Per quanto riguarda le altre “sorelle” europee, Francoforte è la peggiore (-2%). Profondo rosso anche per Parigi, in discesa dell’1,54%. Chiusura negativa per Londra (-1,41%) e anche Madrid va in calo (-1,04%).
A Wall Street intanto lo segna -0.93%. Male anche (-0.73%) e sorpattutto (-1.34%).

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA