Home

Sud Africa, tassi al nuovo minimo storico (3,50%). Il Rand rimane debole contro EUR e USD

Scritto da -

Da inizio anno la valuta sudafricana ha perso oltre il 18% nei confronti del biglietto verde, e il 23% rispetto all'euro (EurZar)

Per il quinto meeting consecutivo, la SARB – ovvero la banca centrale del Sud Africa – ha operato un ritocco alla propria politica monetaria. Ha infatti tagliato il tasso di interesse chiave, portandolo al nuovo minimo storico di 3,50%.
Il Comitato di politica monetaria – guidato dal governatore Lesetja Kganyago – ha inoltre comunicato che il tasso sarà ridotto ancora una volta di 25 pb nell’ultimo trimestre dell’anno, poiché si aspetta che la contrazione economica dovuta alla pandemia di Covid-19 sarà più pesante di quanto previsto in precedenza.

La decisione della SARB è stata in linea con le aspettative degli economisti. Sono stati 3 i membri del comitato a votare a favore di un taglio di 25 punti base, mentre due avrebbero preferito lasciare invariato il tasso.

Circa le previsioni economiche, secondo la SARB ci sarà un calo del 7,3% del prodotto interno lordo quest’anno, rispetto al -7% previsto a maggio. La banca prevede che l’economia cresca del 3,7% l’anno prossimo e del 2,8% nel 2022 (anche in questo caso le cifre sono peggiori rispetto alle previsioni precedenti).

Riguardo alla inflazione invece, la previsione per quest’anno è invariata al 3,4%, mentre per i prossimi due anni è stata ridotta al 4,3% (dal 4,4%). La proiezione dell’inflazione di base per quest’anno è stata ridotta al 3,3% dal 3,5% precedente.

La reazione del mercato all’annuncio è stata positiva, rafforzando temporaneamente lo ZAR che però negli ultimi giorni ha perso slancio contro il dollaro.
Il cambio resta vicino alla zona di resistenza 1.675-1.680.
Da inizio anno la valuta sudafricana ha perso oltre il 18% nei confronti del biglietto verde, e il 23% rispetto all’euro ().

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA