Home

Borse europee a tinte miste. Milano cala a causa della performance dei bancari

Scritto da -

Il FTSE Mib ha perso lo 0,36% a 17.558 punti. Nel resto d'Europa chi ha marciato bene è stata Francoforte

Continua l’andamento incerto dei mercati azionari, che provano a riprendersi dall’impatto della pandemia da coronavirus sulle economie mondiali. Le borse del Vecchio Continente hanno marciato in ordine sparso, digerendo il segnale positivo che arriva dall’export cinese, in calo a marzo del 6,6% ma meno delle attese (14%).

Piazza Affari in rosso

Chiusura in rosso per Piazza Affari. Il ha perso lo 0,36% a 17.558 punti a causa soprattutto della performance negativa registrata dalle banche (il comparto segna -3,23%), con lo spread Btp-Bund di nuovo in allargamento.
Fra le big Intesa Sanpaolo cede l’1,16%, fa peggio con un calo del 4,4%.

Si sgonfia il rialzo del settore dei titoli petroliferi sulla scia del ritracciamento del prezzo della materia prima. Saipem piatta, mentre sprofonda nel rosso Maire Tecnimont (-4,2%) dopo l’annuncio che la società di ingegneristica ha sospeso la distribuzione della cedola sui conti 2019.
Benissimo Diasorin, che balza del 4,95% dopo diverse sospensioni al rialzo e dopo avere toccato un massimo storico a 152,6 euro.

Le altre Borse

Nel resto d’Europa chi ha marciato bene è stata Francoforte, dove il avanza di un discreto +1,25%. Male invece Londra, che scivola dello 0,87%. Parigi segna un piccolo aumento dello 0,38%.

Anche Wall Street si muove in rialzo sulle speranze di allentamento del lockdown, e nonostante le prime trimestrali di una nuova serie risultino indubbiamente deludenti a causa della pandemia.
chiude in progresso del 2.4%, a 23,950. Lo avanza del 3.1% a 2,846. Il marcia del 4% a 8,515.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA