Home
petrolio.jpg

Petrolio giù nonostante l'intesa OPEC+ su maxi taglio da 10 milioni di barili

Scritto da -

I mercati ritengono che i tagli non siano ancora sufficienti a compensare il brusco calo della domanda dovuto alla pandemia
L'intesa raggiunta tra i produttori di petrolio (maxi taglio di 10 milioni di barili al giorno) non serve a scaldare i mercati, ed anzi la corsa al ribasso dell'oro nero è proseguita anche dopo il tanto atteso annuncio.

Il maxi taglio dell'OPEC+


Dopo il vertice flop del mese scorso, cui ha fatto seguito una guerra dei prezzi tra Arabia e Russia, stavolta i produttori - in videoconferenza - hanno raggiunto una bozza d'intesa per tagliare l'output giornaliero di 10 milioni di barili per due mesi (i tagli scenderanno a 8mln fino a dicembre, poi a 6mln fino al 2022).

A spingere i produttori nuovamente al tavolo delle trattative è la situazione delicatissima del mercato del petrolio, perché l'emergenza Coronavirus ha acuito il cronico problema dell'eccesso di offerta sulla domanda.
Perfino Trump è sceso in campo, facendo da mediatore tra Riad e Mosca. L'intesa prevede che lo sforzo maggiore lo facciano Arabia Saudita (riduzione di 4 milioni di barili), Russia (2 milioni al giorno) e Iran (1 milione di barili).


Mercati scettici


Tuttavia, non è affatto tutto risolto. Il Messico non accetta un taglio di 400mila barili, e propone di fermare la sua produzione nazionale da 1,78 milioni di barili a 1,68, ovvero solo 100mila barili in meno al giorno per due mesi.
Ma oltre all'ostacolo messicano, c'è un'altra cosa che preoccupa i mercati. I tagli - benché sostanziosi - vengono giudicati insufficienti a compensare il calo della domanda innescato dalla pandemia di Covid-19 (Goldman Sachs stima 19 milioni di barili in meno al giorno ad aprile e maggio, ma c'è chi sostiene sia ancora di più).

Per questo motivo l'accordo non ha dato beneficio alle quotazioni del petrolio, che rimangono in un downtrend intenso al di sotto di fondamentali supporti, come quello fornito dalla media mobile a 200 giorni (fonte grafica broker ).
Il è ridisceso vicino al livello psicologico di 30 dollari (metà del livello che aveva alla fine del 2019), mentre il si è avvicinato ai 23 dollari di oltre 10 punti percentuale.

img


Va peraltro aggiunto che l'intesa era già stata prezzata nei giorni scorsi, per cui non avrebbe potuto avere un impatto così forte sui prezzi.
Resta il fatto che gli investitori chiedono tagli maggiori, ma soprattutto coordinati su scala globale, altrimenti i prezzi del petrolio rimarranno soggetti a grossi problemi e potrebbero ritestare i recenti minimi di 18 anni.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
9 M 2 P 9 p
Trading strategies

Ultime notizie
petrolio.jpg
I produttori potrebbero decidere il prolungamento dei tagli da 9,7 milioni di barili almeno fino a inizio agosto
borsa-piazza-affari-1.jpg
La settimana si chiude all'insegna dell'ottimismo e in accelerazione dopo i dati migliori del previsto sul mercato del lavoro Usa
nfp-non-farm-payrolls.jpg
L'economia USA ha creato 2,5 milioni di posti di lavoro, registrando il maggior balzo mensile mai registrato dal 1939

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market