Home

CRIPTOVALUTE, settimana positiva ma BITCOIN non riesce a sfondare il muro dei 7000$

Scritto da -

Per la quarta volta in 15 giorni il prezzo di BTC non supera la quota 7000, a dimostrazione che gli "orsi" sono ancora attivi

Tutte le criptovalute della top20 per capitalizzazione di mercato evidenziano un segno verde negli ultimi 7 giorni, dopo la forte frenata vissuta in avvio dello scorso weekend.
Questo andamento così ondivago conferma che l’impatto del COVID-19 ha afflitto l’intero sistema finanziario, mondo della crypto incluse. Del resto a fine febbraio, quando il virus ha iniziato a estendere il contagio fuori dalla Cina, le crypto erano in volo. Poi è cominciato un capitombolo dal quale solo di recente ci si sta riprendendo.

Balzo dell11% per Bitcoin

Il prezzo del ha messo assieme circa l’11% nell’ultima settimana, e adesso viaggia sui 6800 dollari.
Bisogna tuttavia rimarcare che sta continuando a fallire l’assalto a quota $ 7.000: è la quarta volta in 15 giorni che ciò accade, a dimostrazione che gli “orsi” sono ancora attivi.
Il livello di 7.000 – quasi coincidente con il 61.8 Fibonacci costruito sul movimento da dicembre 2018 ai massimi del 2019 – è diventato psicologicamente cruciale, dopo il crollo del prezzo nella seconda settimana di marzo, quando passò da 9.200 a 3,850 in pochi giorni (fonte grafica broker ).

img

Le altre crypto

In generale, come abbiamo detto è stata una settimana proficua per tutto il settore delle digital currencies. Monero (+16%). (15%) e BitcoinSV (14%) sono le tre che hanno macinato più guadagni negli ultimi 7 giorni. Anche e sono tra le Top20 che possono vantare un rialzo in doppia cifra.

Ricordiamo che l’halving di si sta avvicinando. Mancano circa 40 giorni, poi si ridurranno le ricompense per la generazione di nuovi blocchi da 12,5 a 6,25 BTC.
Settimana prossima sono invece previsti gli halving di due importanti hard fork di BTC, Bitcoin Cash (BCH) e Bitcoin SV (BSV).

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA