Home
rupia-2.jpg

India, RUPIA sui minimi di un mese dopo il taglio di Moody's

Scritto da -

Per stimolare la crescita, la RBI ha già dovuto tagliare i tassi di interesse per ben 5 volte nel corso di quest'anno
Settimana scorsa si è chiusa male per l'economia indiana, sulla quale si è abbattuta la scure di Moody's che ha ridotto le prospettive di rating a "negative" da "stabili". La decisione, oltre a pesare sull'azionario, sta zavorrando anche la Rupia che viaggia sui minimi di un mese contro il dollaro USD.

Economia indiana in difficoltà


Il taglio di Moody's deriva dai rischi crescenti che la terza più grande economia asiatica crescerà a un ritmo più lento rispetto al passato.
Questo riflette in parte l'inefficacia delle politiche di governo nel far fronte alla debolezza economica, che ha portato ad un aumento dell'onere del debito. L'economia indiana è cresciuta del 5% su base annua tra aprile e giugno, al ritmo più debole dal 2013, e ciò ha spinto la RBI a tagliare i tassi di interesse per ben 5 volte nel corso di quest'anno (l'ultima a ottobre, portando il costo del denaro al 5,15%). Complessivamente, dall'inizio dell'anno i tagli sono arrivati a 110 punti base.

Ripia in calo contro l'USD


Venerdì la Rupia si era indebolita a 71,25 contro il dollaro, e lunedì ha proseguito il suo indebolimento al punto che la coppia USDINR è salita a 71,48, livello più alto dal 15 ottobre.

Va detto che anche se la decisione di Moody's di cambiare le sue prospettive da negative a stabili è fonte di preoccupazione, a dare parziale sollievo alla valuta indiana c'è il clima globale più ottimistico riguardo all'accordo commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina (malgrado le recenti affermazioni di Trump). L'attenzione si sposterà ora sui dati macroeconomici dell'India che saranno rilasciati nella prossima settimana.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
P 4 s 3 n 6
Strategie

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader