Home
corona-svezia.jpg

La Riksbank conferma i tassi al -0,25%. SEK ancora debole contro EUR e USD

Scritto da -

L'isituto centrale di Stoccolma ha programmato per la seconda metà del 2019 un nuovo ritocco al costo del denaro
Se a dicembre scorso la Riksbank svedese aveva spiazzato i mercati con una mossa restrittiva, stavolta tutto è andato secondo le previsioni. L'istituto centrale svedese ha infatti deciso di mantenere il tasso di interesse al -0,25%, dopo la stretta (primo rialzo dopo 7 anni) operata a fine 2018.

Secondo la Riksbank, l'economia svedese sta mostrando dei segnali di frenata, come del resto accade ovunque. Tuttavia c'è un certo ottimismo riguardo la sua solidità complessiva. In particolare, non si ritiene in dubbio che l'inflazione possa allontanarsi molto dal target del 2%.
Se la necessità di una politica monetaria fortemente espansiva è diminuita, non è detto però che ci saranno ulteriori strette nei prossimi mesi. La Riksbank ha infatti confermato che i futuri rialzi del costo del denaro saranno diluiti su un più lungo arco temporale. Si comincerà nella seconda metà del 2019, quando è previsto un nuovo ritocco (a condizione che le prospettive economiche e quelle relative all'inflazione siano in linea le attese).



Nel comunicato della banca centrale svedese, è interessante notare che non c'è più il consueto riferimento alla necessità di evitare l'eccessivo apprezzamento della corona svedese (SEK). Il motivo è che il crollo dell'ultimo anno e mezzo (circa il 10% dalla metà del 2017) non rende più necessario considerare concretamente un rischio simile.

Peraltro la Corona svedese continua ad avere un po' di difficoltà.
Nei confronti dell'euro ha perso circa il 2,7% durante il mese di gennaio, e adesso la coppia EurSek viaggia in area 10,413.




Va avanti anche il deprezzamento della SEK rispetto al dollaro americano. In questi primi 40 giorni del nuovo anno, il cross UsdSek ha guadagnato il 4,3%. A metà gennaio è tornato oltre la soglia psicologica di 9,00, e continua a marciare avanti.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
9 c 4 q 2 K
Strategie

IN EVIDENZA
trading-broker.jpg
Cerchi i migliori siti di trading online autorizzati? Ecco un confronto tra le proposte dei broker per accedere ai mercati finanziari
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
segnali-forex-gratuiti-affidabili.jpg
Quali broker offrono segnali trading forex affidabili e gratuiti? Fino a che punto si può considerarli segnali sicuri e come utilizzarli
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader