Home

La Lira turca si prende una pausa dopo che l’USD-TRY ha toccato i minimi di 4 mesi

Scritto da -

La valuta di Ankara ha guadagnato molto terreno dopo essere precipitata ai minimi storici ad agosto

Dopo lunghissimi patimenti, per la Lira turca è arrivato un periodo positivo. Anche se nella giornata di oggi (martedì) la TRY sta perdendo quota, va sottolineato come da inizio novembre per la prima volta dall’estate il cambio UsdTry sia sceso sotto 5.5. Inoltre questa settimana il cross ha segnato un altro passo importante: ha infatti toccato il minimo di quattro mesi a 5.22 (fonte grafica broker ).

img

Discorso analogo anche contro l’euro. La coppia EurTry aveva toccato la valutazione record di 8,13 lire ad agosto, mentre adesso è scesa verso i 5.939.

Una bella spinta alla valuta di Ankara è giunta ultimamente dal mercato petrolifero. Il precipitare delle quotazioni del petrolio – di cui la Turchia è un importante importatore – ha dato grande beneficio all’economia e alla valuta.
Altri fattori stanno sortendo effetti benefici sulla Lira.
I rapporti con gli USA si sono distesi dopo il rilascio di Brunson nel mese di ottobre (vicenda che aveva spinto Trump ad adottare sanzioni economiche contro la Turchia).

Certo, non si può dire che dalle parti di Ankara tutto sia diventato semplice. L’inflazione ad esempio, a novembre è tornata a salire dopo 4 mesi di rallentamento (25,24% annuo), toccando il valore più alto degli ultimi 15 anni. A inizio dicembre si attende con molto interesse se ci sarà stato una nuova positiva virata al ribasso oppure no.
C’è poi la questione del debito estero che non può far dormire sonni tranquilli. Inoltre la tensione USA-Cina rappresenta sempre una minaccia che incombe all’orizzonte, e che ad ogni sussulto rischia di far sentire i suoi pesanti effetti.

Non è possibile commentare questo post.

IN EVIDENZA