yen-3.jpg

Giappone, la BoJ conferma i tassi. Yen penalizzato dal ritorno al rischio

Scritto da -

L'istituto centrale giapponese conferma il costo del denaro al -0,1%. L'avversione al rischio zavorra lo Yen, bene rifugio
La BCE e la Bank of Japan continuano a viaggiare a braccetto. Dopo l'istituto europeo, anche quello nipponico infatti non tocca la propria politica monetaria. La BoJ ha confermato i tassi al -0,10%, livello al quale si trovano dal gennaio 2016. La decisione è stata presa con 8 voti favorevoli e 1 contrario (che avrebbe voluto un ulteriore allentamento). Confermato anche l'aggressivo piano d'espansione della base monetaria, portato a 80.000 miliardi di yen l'anno (608 miliardi di euro al cambio attuale) nell'ottobre del 2014.

La banca centrale ha detto che l'economia giapponese si sta espandendo moderatamente, con un ciclo virtuoso dal reddito alla spesa operativa. Si prevede che l'economia continui la sua moderata espansione. La Banca centrale ha anche confermato l'obiettivo del raggiungimento nel 2019 di un tasso di inflazione al 2%, dal quale siamo attualmente molto lontani (0,9%).
Il governatore Kuroda ha sottolineato il dato positivo sulla disoccupazione, scesa al 2,4% (il paese ha di fatto raggiunto la piena occupazione), ma emerge una certa preoccupazione per la mancata crescita dei salari.



Sul fronte valutario si registra una inversione di tendenza negativa. Qualche giorno fa proprio un'uscita di Kuroda sul piano di rientro dalle misure di stimolo monetario straordinarie aveva dato una spinta alla valuta giapponese. Nelle ultime sedute inoltre la crescita della tensione politico-economica legata alla guerra dei dazi innescata da Trump, aveva ulteriormente spinto lo Yen (bene rifugio).

Dopo giorni molto positivi, lo Yen sta invece imboccando la via della discesa. La notizia del summit pianificato da Donald Trump e Kim Jong-un per asserenare gli animi tra USa e Corea ha riportato tranquillità sui mercati finanziari, riducendo l'appetito per una valuta rifugio.
La coppia EurJpy viaggia a 131,38 (+0,5%), mentre il "ninja" UsdJpy quota 106,76 (+0,54%).



Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
a 4 q 4 j 6
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market