dollaro-australia-2.jpg

RBA: invariati i tassi in Australia. L'aussie (Aud-Usd) stabile verso 0,775

Scritto da -

La Reserve Bank of Australia (Rba) ha deciso di mantenere i tassi d'interesse ai minimi storici dell'1,50%, in linea con le attese del mercato
Ancora una volta il costo del denaro in Australia è rimasto fermo al livello cui venne portato ad agosto 2016. La scorsa notte infatti la Reserve Bank of Australia (Rba) ha deciso di mantenere i tassi d'interesse ai minimi storici dell'1,50%, in linea con le attese del mercato.

Il comitato di politica monetaria ha spiegato la decisione con la debole crescita dei salari e la prospettiva di una inflazione più favorevole nei prossimi mesi. Rispetto al target del 2%, l'inflazione è di recente cresciuta all'1,9% dopo che il 2017 era stato caratterizzato da un andamento leggermente calante.
Secondo il governatore Philip Lowe la dinamica dei prezzi dovrebbe rimanere bassa per qualche tempo, a causa della bassa crescita del costo del lavoro e della forte concorrenza nel commercio al dettaglio, ma ci si aspetta una ripresa di pari passo con il rafforzamento dell'economia.



Oggi è stato anche reso noto il dato sulle vendite al dettaglio, che nel mese di gennaio sono cresciute appena dello 0,1% a dispetto dello 0,4% stimato dagli analisti. Si tratta comunque di un dato migliore rispetto all'ultima rilevazione.



Sul fronte valutario, l'aussie (AudUsd) si è mosso poco dopo la decisione (attesa) della RBA. La dinamica di questa coppia valutaria è ancora influenza più da quel che succede al dollaro USA che non alla valuta australiana. Dal punto di vista tecnico il supporto immediato è vicino 0,7750, che in caso di rottura potrebbe accelerare la caduta verso 0,7725 (supporto intermedio rispetto alla soglia 0,7700).
Al rialzo, la regione 0,7785 (200-DMA) potrebbe continuare a rappresentare una resistenza immediata, al di sopra del quale la coppia potrebbe viaggiare poi verso la regione 0,7815-20 (100-DMA).

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
3 j 5 L 5 T
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market