sterlina-2.jpg

Inflazione GB oltre le attese (3,1%). Sterlina in lieve calo contro Eur e Usd

Scritto da -

La crescita dei prezzi raggiunge livelli massimi da 6 anni. Di recente la BoE ha alzato i tassi di interesse
Cresce più del previsto l'inflazione nel Regno Unito. Questa mattina l'Office for National Statistics (ONS) ha comunicato gli ultimi dati, che sono andati oltre le aspettative degli analisti. Su base annuale c'è una crescita del 3,1% mentre le attese erano per una conferma del 3% rilevato nel mese precedente. A ottobre invece i prezzi al consumo hanno registrato una crescita dello 0,3% su base mensile, dopo il +0,1% di ottobre e contro il +0,2% stimato dagli analisti. Il dato "core" (depurato delle componenti più volatili) è stabile a +2,7%.

Sono cresciuti anche i prezzi alla produzione di novembre: +0,3% dopo il +0,2% di ottobre. A livello tendenziale la crescita è del 3%, in linea con il consensus (e maggiore del +2,8% di ottobre). Frena invece la spinta del mercato immobiliare, con i prezzi in salita del 4,5%, dopo il +4,8% rivisto di settembre (dato iniziale 5,4%). Il dato è inferiore alle attese degli analisti.



Tornando all'inflazione (mai così alta da 6 anni), va detto che questa dinamica dovrebbe comunque essere riconducibile a fattori temporanei. In linea di massima questo valore potrebbe oscillare intorno al 3-3,1% nei prossimi due o tre mesi, ma poi cominciare a scendere come la stessa BoE ha detto di aspettarsi. Per questo motivo del resto, la Bank of England il mese scorso - quando ha portato i tassi allo 0,50% (primo aumento dopo un decennio) confermando il piano acquisto titoli a 435 miliardi di sterline - ha mostrato una certa prudenza.
Un rialzo dei tassi nel prossimo anno non è quindi affatto da considerare troppo probabile, malgrado qualche buona notizia sul fronte Brexit.

Sul fronte valutario, dopo il dato sull'inflazione la sterlina è andata in calo. Il cross EurGbp guadagna due decimi percentuali a 0,8837, mentre la major GbpUsd scende a 1,3324 (-0,11%).
Sterlina al momento in lieve calo anche contro Yen e franco svizzero.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
7 E e 4 W 8
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market