dollaro-3.jpg

USA, inflazione in discesa ma nel target. USD stabile contro Eur e Gbp

Scritto da -

Prezzi al consumo in lieve flessione rispetto al 2,2% precedente, ma siamo ancora allineati con il target della Federal Reserve (2%)
Calano i prezzi al consumo negli Stati Uniti, come era stato previsto dagli analisti. L'inflazione infatti era attesa al 2% e tale è stato il dato comunicato dal Bureau of Labour Statistics (BLS). Si tratta di una lieve flessione rispetto al 2,2% precedente, ma è un livello perfettamente allineato con il target fissato dalla Federal Reserve (2%).

A ottobre i prezzi al consumo hanno registrato un aumento mensile dello 0,1% dopo il +0,5% registrato a settembre. Il consensus indicava un incremento dello 0,1%. Il dato "core" (depurato delle componenti più volatili quali cibo ed energia) ha evidenziato un incremento dello 0,2% confrontandosi con un +0,1% precedente. Il dato annuale si attesta invece al +1,8% come a settembre.



Il dollaro, dopo un avvio di giornata stentato contro le altre major, a seguito del dato sull'inflazione ha azzerato le perdite iniziali, ma rimane debole rispetto allo Yen giapponese (UsdJpy). La major EurUsd prima è arrivata oltre 1.185 per poi ritornare poco sotto 1,18.
Il biglietto verde inoltre era scivolato al minimo storico di 1,3211 contro la sterlina, per poi rafforzarsi e spingere la coppia GbpUsd a circa 1,3175.

I dati economici degli Stati Uniti si sono rivelati un mix: le vendite al dettaglio sono inaspettatamente aumentate nel mese di ottobre; la crescita dell'attività manifatturiera di New York è rallentata più del previsto a novembre; la Fed di New York ha dichiarato che l'indice generale delle condizioni di lavoro è sceso a 19,4 a novembre, dal 30,2 di ottobre, anche se una lettura positiva indica ancora una crescita.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
X 9 k 2 z 9
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market