petrolio-3.jpg

Petrolio, balzo a sorpresa delle scorte. WTI e Brent perdono quota

Scritto da -

L'EIA ha reso noto che le scorte strategiche di petrolio sono aumentate di 2,23 milioni di barili
Giornata negativa per il petrolio sui mercati. Sia Brent che WTI sono in netto calo, e i dati sulle scorte settimanali che giungono dagli USA aumentano la pressione. Il Dipartimento dell'energia (Energy Information Administration) ha infatti reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio sono aumentate di 2,23 milioni di barili. Il dato risulta sorprendente per gli analisti, che si attendevano un nuovo calo più o meno dello stesso ammontare. Le riserve strategiche di petrolio sono diminuite a 669,9 da 671,4 MBG.

Sono invece scese le scorte di benzina e distillati. Le prime sono diminuite di 3,31 milioni di barili, a fronte della previsione di un calo di 1,9 milioni di barili, mentre gli stocks di distillati hanno registrato una contrazione di 3,35 milioni di barili, deludendo le stime degli analisti che vedevano un ribasso di 1 milione di barili.



Ieri l'American Petroleum Institute aveva stimato un calo settimanale delle scorte di petrolio negli Stati Uniti di 1,562 milioni di barili, mentre dopo la diffusione del report il petrolio ha accentuato la seduta negativa. Sull'Ice infatti il future sul Brent si riporta a 63,13 dollari al barile, mentre il derivato sul WTI torna a 56,58 dollari.

Il mercato petrolifero è tutto concentrato sul prossimo appuntamento Opec/Non Opec del prossimo 30 novembre, che dovrebbe determinare il prolungamento dei tagli produttivi oltre la primavera del 2018. Vanno anche ricordati due aspetti: il cartello ha manifestato una certa preoccupazione per via del fatto che la domanda sta rallentando, visto che i Paesi che non fanno parte del cartello stanno continuando a produrre (ad esempio il Brasile s'è posto l'obiettivo di raddoppiare in dieci anni il proprio output di greggio, oggi pari a 2,65 milioni di barili al giorno). Inoltre nell'ultima edizione del "World Oil Outlook" è stato riconosciuto che lo shale oil minaccia la domanda petrolifera così come la diffusione nel prossimo futuro dell'auto elettrica.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
H 6 e 8 E 8
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market