lira-turchia.jpg

Turchia, niente ritocco ai tassi. Eur-Try vicino ai massimi annuali

Scritto da -

Secondo la CBRT il recupero dell'attività economica ha guadagnato forza, ma resta il grosso problema dell'inflazione
E' stata una settimana intensa per la Turchia. La Banca centrale ha deciso di lasciare i suoi tassi di interesse invariati all'8% per la terza sessione di fila. Il comitato per la politica monetaria, guidato dal governatore della CBRT Murat Cetinkaya, ha così confermato le aspettative degli economisti.

La banca centrale turca continua ad affrontare pressioni politiche da parte del presidente Erdogan, che chiede tassi più bassi senza però essere accontentato. Il grosso problema secondo l'istituto centrale è il livello elevato dell'inflazione (salita al 10,68% ovvero oltre le previsioni, mentre il target fissato dalla CBRT è del 5%) che pone dei rischi sulla futura dinamica di crescita. Per questo motivo finché le prospettive di inflazione non mostreranno un miglioramento significativo - ha aggiunto la banca - rimarrà questa impostazione della politica monetaria.

Tuttavia, secondo la CBRT il recupero dell'attività economica ha guadagnato forza. La Turchia è stata infatti il terzo paese con il tasso di crescita più elevato nel secondo trimestre dell'anno, tra quelli del G-20. Al punto che le banche d'investimento multinazionali JP Morgan, Morgan Stanley e Nomura hanno migliorato le loro previsioni per la crescita della Turchia nel 2017.



Venerdì è stato poi diffuso il dato sulla disoccupazione, che ha mostrato valori stabili al 10,2% rispetto ai precedenti (peraltro sono i livelli più bassi del tasso di disoccupazione visti da maggio 2016. Il deficit di conto corrente è invece salito a 5,1 miliardi di dollari nel mese di luglio, meno delle previsioni degli analisti ma molto di più rispetto al dato di giugno (3,8 miliardi).

Sotto il profilo valutario, la Lira turca continua a viaggiare a buon ritmo contro il dollaro. Il cross UsdTry continua infatti a viaggiare vicino ai minimi annuali come vediamo sulla piattaforma di trading Plus500 (in coda all'articolo la tabella che mostra il confronto tra spread fissi dei maggiori broker).





Diverso il discorso riguardo al rapporto EurTry. Qui il trend di lungo periodo è rialzista, e siamo prossimi ai massimi annuali verso quota 4,21 anche se abbiamo di recente assistito a dei lievi ritracciamenti.

Vedi tutte le news valutarie su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
1 b 5 Y 4 K
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market