real-brasile-2.jpg

Brasile, altro taglio al Selic (8,25%) dopo il drastico calo dell'inflazione

Scritto da -

Da gennaio 2016 il Reais brasiliano ha guadagnato circa il 25% sul dollaro americano
Il Banco Central do Brasil ha deciso di operare una netta sforbiciata al tasso Selic, tagliandolo di 100 punti base all'8,25%. Prosegue quindi il percorso di normalizzazione della politica monetaria brasiliana, visto che una riduzione c'era stata nei meeting di febbraio, aprile, maggio e luglio. Si tratta del livello più basso dal 2013.

Il Comitato di politica monetaria (Copom) ha assunto la decisione all'unanimità, e inoltre ha sottolineato che l'intervento lascia l'istituto in una posizione confortevole per una fine graduale del ciclo di tagli. Ciò preannuncia un ulteriore taglio nel futuro prossimo, ma a livelli più contenuti rispetto al ritmo tenuto negli ultimi mesi. Ricordiamo che il tasso aveva toccato un picco del 14,25% durante il 2016.
Il comitato ha previsto di portare il Selic al 7,25% entro la fine dell'anno, e spingerlo fino al 7,00% a inizio del prossimo. Tuttavia entro la fine del 2018 dovrebbe riaumentare fino al 7,50%.



Il ritocco del Selic è stato reso possibile da un rallentamento dell'inflazione, che ieri è stata annunciata al 2,46% (in netto calo) ovvero un valore che non si vedeva dal 1999. Il target di inflazione del 2017 della banca centrale brasiliana va dal 2,5% al ​​6,5%.

Sul mercato valutario la coppia UsdBrl quota 3,10 con una modifica sostanzialmente nulla come vediamo su Plus500.





Va tuttavia sottolineato come il Real da gennaio 2016 ha guadagnato circa il 25% sul dollaro, spingendo il cross con il biglietto verde da 4,1 all'attuale livello di 3,1.

Vedi tutte le news valutarie su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
t 1 v 9 z 8
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Lo spread è il vero costo per il trader. Ecco perché è importante sapere quale è il broker più conveniente con cui negoziare
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market