yellen-draghi.jpg

Yellen e Draghi glissano sulla politica monetaria: Eur-Usd vola oltre 1,19

Scritto da -

Dopo i due discorsi la coppia EurUsd è andata in forte rialzo toccando quota 1,194 (ai massimi di gennaio 2015)
Nulla di fatto. Sarebbe stato sorprendente il contrario. Janet Yellen e Mario Draghi non danno indicazioni sulla futura politica monetaria di FED e BCE, intervenendo al simposio di Jackson Hole, Wyoming. Anzi i due si sono tenuti ben distanti dall'argomento tassi di interesse e inflazione.

La prima era stata la presidente FED, che ha spiegato come le riforme adottate dopo la grande crisi abbiano reso sostanzialmente "più sicuro il sistema finanziario americano e le banche sono più sicure. La loro capacità di assorbire le perdite è maggiore. Il sistema è più resistente e meglio preparato ad assorbire, invece che amplificare, choc avversi". Ma comunque "rimangono rischi fin troppo familiari".

Un discorso neutrale quello della Yellen, come era prevedibile. Ed era altrettanto prevedibile che il dollaro avrebbe reagito male, toccando (prima dell'intervento di Draghi) i minimi di tre settimane a 1,1884.



Poi è toccato a Mario Draghi giocare a nascondino. Come la Yellen anche lui ha sostenuto che le regole stabilite a livello internazionale dopo la crisi 2007-2009 sono servite e vanno conservate gelosamente (il Congresso americano e molti repubblicani vorrebbero ridimensionarle perché secondo loro limitative della capacitò delle banche e mercati di fornire capitali all’economia).

Draghi ha poi stoccato verso il protezionismo di Trump, dicendo che il commercio internazionale è la chiave per garantire lo sviluppo delle economie avanzate. Occorre sviluppare un quadro di regole internazionali e di cooperazione multilaterale che eviti protezionismi e tensioni tra Paesi.
Inoltre secondo Draghi è essenziale garantire piena funzionalità alle organizzazioni sovranazionali multilaterali e regimi regolatori del mondo della finanza. Una difesa della globalizzazione e della cooperazione.

Dopo Draghi, la crescita della coppia EurUsd è proseguita toccando quota 1,194 ai massimi di gennaio 2015, prima di rientrare fino a quota 1,192 (guadagno di oltre un punto percentuale).
Possiamo vedere l'andamento del cross EurUsd sulla piattaforma di trading Plus500.





Vedi tutte le news valutarie su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
8 s K 4 x 3
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market