yen-3.jpg

Giappone, l'inflazione non decolla (l'occupazione sì). Usd-Jpy stabile

Scritto da -

L'inflazione rimane molto lontana dal target del 2% fissato dalla BoJ. L'istituto pochi giorni fa ha confermato il livello dei tassi
Non c'è verso di risollevare l'inflazione in Giappone. Nel corso della scorsa notte l'Ufficio nazionale di statistica ha comunicato che l'indice dei prezzi al consumo (CPI) segna una crescita dello 0,4%, ovvero uguale al mese precedente e al consensus. L'inflazione core, depurata delle componenti più volatili come i cibi freschi, sale dello 0,4% come da attese.
Il dato preliminare dell'indice dei prezzi al consumo dell'area di Tokyo (ritenuta un ottimo anticipatore del trend di prezzi nazionale) a luglio riporta una variazione nulla su mese e dello 0,1% su anno.

Dati deludenti quindi, come del resto accade da tempo riguardo l'inflazione, ben lontana dal target del 2% fissato dalla BoJ.

Le note liete arrivano invece sul fronte occupazione. Il Ministero degli Affari interni segnala infatti che il tasso di disoccupazione è sceso al 2,8%, meglio delle attese. Bene anche la spesa delle famiglie, che nel mese di giugno ha segnato un incremento del 2,3% tendenziale, il più forte da due anni. A giugno inoltre le vendite al dettaglio hanno registrato una accelerazione a +2,1% da +2% di maggio.



Ricordiamo che pochi giorni fa la Bank of Japan - con 7 voti a favore e 2 contrari - ha deciso di lasciare la propria politica monetaria immutata, mantenendo i tassi sui depositi a -0,1%, valore storico fissato nel meeting del gennaio 2016 (è stato peraltro confermato anche il piano di acquisti asset per complessivi 80 mila miliardi di yen, 620 miliardi di euro al cambio attuale).
La mossa è dovuta proprio al grosso problema dell'inflazione debolissima, le cui previsioni sono peraltro state tagliate per i prossimi due anni.

Sul fronte valutario, lo Yen ha avuto un sussulto subito dopo la pubblicazione di questi dati. Il cross UsdJpy è sceso sotto quota 111 per poi risalire. Attualmente è stabile, come vediamo grazie alla piattaforma di trading Plus500.





Vedi tutte le news valutarie su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
s 8 D 7 w 2
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market