yen-2.jpg

Giappone, l'inflazione resta troppo debole. Lo Yen scende (Usd-Jpy verso i 113)

Scritto da -

La dinamica dei prezzi al consumo rimane il problema più grave da affrontare per la Bank of Japan
Sono ancora una volta deludenti i dati macro che arrivano dal Giappone. Secondo il ministero di Affari Interni e Comunicazione l'inflazione è cresciuta in maggio allo 0,4% annuo, come in aprile (0,2% in marzo) ma sotto allo 0,5% stimato dagli economisti. Siamo quindi ancora ben lontani dal target fissato dalla Bank of Japan (2%) che ormai non si vede dal lontano 2015.
Il dato core ha invece registrato un progresso dello 0,4% annuo, in lieve miglioramento rispetto allo 0,3% di aprile (0,2% in febbraio e marzo) e in linea con il consensus.

Gli altri dati macro resi noti dal ministero riguardano la produzione industriale, che a maggio è cresciuta del 6,8% annuo, in ulteriore accelerazione rispetto al 5,7% di aprile ma sotto al 6,9% atteso dagli economisti.
Delude anche il dato sulla disoccupazione, anche se sotto il profilo del mercato del lavoro il Giappone comunque dà segni di vitalità (persistente crescita degli occupati in confronto al 2016). Il tasso di disoccupazione comunque è salito al 3,1% (dal 2,8% precedente). Le attese erano per un dato invariato rispetto ad aprile.



Sul mercato valutario, la divisa giapponese anche oggi è andata giù contro le principali major. Il cross UsdJpy dal 14 giugno - quanto era scambiato a 108,9 - è in costante crescita e oggi tocca 112,5. Potrebbe esserci a breve un nuovo assalto a quota 113, come accaduto giovedì scorso.
Possiamo vedere l'andamento del cross UsdJpy sulla la piattaforma di trading Plus500.





Ricordiamo che pochi giorni fa dalle minute della Bank of Japan era emerso uno spiraglio verso una correzione di rotta riguardo alla politica monetaria. Non tanto circa il tasso, che Kuroda ha detto più volte che non si toccherà, quanto riguardo al piano di acquisto titoli. Secondo la BoJ il quantitative easing potrebbe essere corretto volta per volta a seconda delle condizioni economiche (il piano di acquisto è stato di recente confermato per complessivi 80 mila miliardi di yen, ovvero 727 milioni di dollari).
Il problema più scottante del l'istituto centrale giapponese continua però ad essere l'andamento dell'inflazione (lontanissima dal target del 2%), che come si è visto continua a non decollare.

Vedi tutte le news valutarie su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: fai la somma dei numeri
7 C 1 m 6 K
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Lo spread è il vero costo per il trader. Ecco perché è importante sapere quale è il broker più conveniente con cui negoziare
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex per ottenere profitti dalla speculazione valutaria. Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market