rublo-russia.jpg

Russia, inflazione stabile al 4,1% ma è il petrolio a frenare il rublo. UsdRub a 56,7

Scritto da -

I prezzi al consumo sono oltre le previsioni. La Banca Centrale potrebbe tagliare i tassi a metà giugno
Dopo quasi un anno l'inflazione in Russia torna ad avere valori più alti delle previsioni. Era dal luglio scorso che le stime degli analisti non venivano "tradite" dai fatti. I prezzi al consumo rimangono stabili al 4,1%, ma il valore atteso era di 4%. Poco male comunque, perché si rimane molto vicini al target fissato dalla Banca centrale russa (che è proprio 4%).

Ricordiamo che la Banca centrale russa poche settimane fa - proprio in virtù del calo dell'inflazione - ha tagliato il tasso di interesse portandolo al 9,25%, con una sforbiciata doppia rispetto alle previsioni.
Va anche sottolineato che il governatore Niabullina ha detto lunedì che la banca centrale potrebbe considerare un altro taglio del tasso durante la riunione del 16 giugno.
Secondo Bloomberg, entro fine anno si potrebbe giungere all'8,5 per cento.



Nei giorni scorsi il Presidente russo Vladimir Putin aveva annunciato che l'economia russa è passata ad una nuova fase di crescita e sta gettando le basi per il suo futuro sviluppo. Putin ha poi aggiunto che bisogna sostenere queste tendenze positive per portare la crescita nel 2019-2020 sopra la media mondiale.

Dal punto di vista valutario, ad incidere sulle dinamiche del rublo in questo momento è soprattutto il petrolio. Il Brent viaggia infatti sui 49 dollari, ed è giù per la terza sessione di fila.
La valuta russa oggi scambia in difesa, con il cross UsdRub che ha testato l'estremità superiore della banda 56.70 / 75 e la SMA a 55 giorni (attualmente la coppia viaggia a 56,6551, in lieve rialzo).

Vedi tutte le news valutarie su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
4 T 9 s 6 P
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Lo spread è il vero costo per il trader. Ecco perché è importante sapere quale è il broker più conveniente con cui negoziare
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market