trading-paypal-postepay.jpg

Forex e opzioni binarie, chi accetta POSTEPAY e PAYPAL per i depositi?

Scritto da -

Non è facile trovare dei broker che accettino come mezzo di pagamento PostePay e Paypal. Ecco chi lo fa...

Uno degli aspetti peculiari del trading online è che esso viene svolto davvero in tutto e per tutto tramite il web: dalla registrazione allo scambio di documentazioni, e ovviamente anche lo scambio di denaro (depositi e prelievi).
Se negli USA e in molti posti del mondo le carte di credito sono diffusissime e utilizzate anche per spese di minimo importo, qui da noi in Italia vanno per la maggiore le carte prepagate (la più diffusa è la PostePay), quelle cioè che si ricaricano all'occorrenza. Specie nel popolo dei giovani.


Per nostra fortuna, nel corso del tempo i broker hanno ampliato la tipologia di metodi di deposito/prelievo accettati. Oggi possiamo dire che un potenziale investitore non ha ostacoli di questo genere per entrare nel mondo del trading online, ma sfortunatamente molti broker ancora non accettato PostePay o PayPal.


E' fuor di dubbio che per diverse ragioni molti trader italiani preferiscono per semplicità ed economicità questi due mezzi per fare depositi (precisiamo una cosa importante: l'intestatario della carta deve essere lo stesso del conto trading, ci pare logico ma andava rimarcato). Ma quali broker li annoverano tra i propri metodi di pagamento?


Chi accetta POSTEPAY


Se avete una PostePay e volete tuffarvi nel mondo del trading online, sappiate che uno dei migliori broker che esistono al mondo la accetta. Vediamo subito...


Plus500 e postepay


Parliamo di Plus500, uno degli operatori più famosi al mondo, del quale potete trovare una recensione completa qui. Peraltro accetta un deposito moderato (100 euro), che appunto può essere fatto anche con la carta prepagata delle poste, come viene chiaramente detto nella Home page.
plus500-postepay.jpg


E’ possibile anche prelevare con carta postepay. L'unico limite è connesso proprio alla stessa Postepay, che mensilmente può essere ricaricata di 3 mila euro massimo, pari a 36 mila euro annui.
Sinceramente vi auguriamo di imbattervi in questo "problema"...


BDSwiss (anche binario)


Un altro operatore che accetta PostePay è BDSwiss (in questo articolo c'è la recensione completa). Si tratta di un broker svizzero di altissimo profilo, anch'esso tra i migliori in giro. Unisce inoltre trading binario e forex.
bdswiss-postepay.jpg


24option


Anche 24option accetta come mezzo di pagamento la PostePay (qui c'è la recensione di 24option). Precisiamo che questo operatore dalla primavera del 2017 ha mutato la propria attività rivolgendola al trading Forex-CFD, per cui non si occupa più di binary option per il mercato UE.
24option-postepay.jpg


Chi accetta PAYPAL


Per chi utilizza la PayPal spesso c'è qualche inatteso ostacolo. Alcuni broker infatti non lo accettano come metodo di pagamento per clienti operanti nella UE, per cui trovare chi vi consente questa possibilità è meno facile di quel che si possa immaginare. Ed è un peccato visto che ormai questo è il servizio di money transfer più gettonato, più seguito ed apprezzato nel mondo.


Plus500 e paypal


Come abbiamo detto poco sopra, Plus500 accetta sia PostePay che Paypal come strumento per effettuare depositi (quello minimo richiesto è di 100), come specificato nella Home page.
plus500-postepay.jpg


eToro


Un altro intermediario che vi consente di sfruttare il vosto conto paypal è eToro, famosissimo per aver lanciato il social copy trading. I fondi caricati con Paypal vengono accreditati sull'account entro pochi minuti e la transazione sarà indicata come "eToro (Europe) Ltd." nell'estratto conto del fornitore di servizi di pagamento.
Qui c'è una recensione completa di eToro.
etoro-paypal.jpg


Conclusioni


Come abbiamo visto, anche se il mercato italiano è molto "orientato" alle prepagate come la PostePay ed ha visto la grande diffusione di PayPal, non è sempre facile trovare un broker che li accetta come metodo di pagamento. Per quelli che vi abbiamo elencato finora, molti altri ci hanno risposto "picche".
Noi aggiorneremo questa pagina periodicamente, attingendo sempre e comunque soltanto ai broker che reputiamo affidabili.
Ad ogni modo, esistono altri sistemi che si possono utilizzare (come Skrill o Neteller) in alternativa alla nostra postepay.





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
4 F 6 A 1 D
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market