dollaro-nuova-zelanda-2.jpg

Nuova Zelanda, l'inflazione scatta in alto. Ma la RBNZ rinvia ancora la stretta

Scritto da -

Il Governatore Wheeler disse: "La politica monetaria nella Nuova Zelanda rimarrà accomodante «per un considerevole periodo"
Quello che sta facendo la RBNZ somiglia molto a ciò che nella seconda metà del 2016 fece la FED. Di rialzo dei tassi si parlò per mesi, ma si dovette attendere un bel po' prima che l'aumento del costo del denaro diventasse realtà.
Ecco, lo stesso succede con la Banca della NeoZelanda, che già a febbraio spingeva gli analisti a ritenere probabile la stretta monetaria, visti i buoni dati macro, finendo poi per deludere i trader.



Siamo infatti giunti ad aprile e la stretta ancora non c'è stata. E intanto i dati macro continuano a sostenerla. Oggi è toccato all'inflazione. I dati trimestrali infatti registrano un aumento su base annua dell'inflazione al 2,2%, meglio anche delle previsioni che si attestavano al 2%.
Cosa aspetta la RBNZ allora ad alzare i tassi, fermi da tempo al 1,75%?

Diciamo che storicamente le aspettative di inflazione devono accelerare verso il 2,5-3% prima che la Banca centrale della NeoZelanda faccia una mossa, quindi teoricamente c'è ancora tempo da aspettare. Bisogna poi ricordare ciò che disse qualche settimana fa il Governatore Graeme Wheeler: "la politica monetaria nella Nuova Zelanda rimarrà accomodante «per un considerevole periodo".



Nessuna stretta monetaria all'orizzonte quindi, almeno nel breve periodo, anche perché il dollaro NZD troppo forte potrebbe rimettere l'inflazione in retromarcia e allontanare l'obiettivo 2%. Ed effettivamente per il dollaro neozelandese questa è stata una settimana buona, visto che guadagna lo 0,5 % sul dollaro (attualmente è a quota 0,7017, e la resistenza successiva è a 0.7070).

Vedi tutte le news valutarie su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
W 9 x 7 i 6
Strategie

IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market