petrolio.jpg

Petrolio, solo un sussulto per la questione siriana. Ma il rally non sembra un'ipotesi concreta

Scritto da -

La reazione emotiva dopo il lancio dei missili USA è stata assorbita in fretta. Gli investitori guardano ancora a scorte e OPEC
La chiusura della settimana finanziaria è stata condizionata più da questioni geopolitiche che non economiche. Il lancio di 59 missili Tomahawk USA contro la base siriana da cui si presume che sia partito un agguato con armi chimiche, ha immediatamente messo sull'attenti i mercati.

Come accade sempre quando aleggia lo spettro delle tensioni belliche in un Paese situato in area mediorientale, il petrolio reagisce immediatamente con una serie di corposi rincari ispirati dal nervosismo dei mercati, timorosi di un possibile crollo produttivo.



Ecco allora che i futures sul Wti sono schizzati verso quota 53 dollari al barile, per poi chiudere sotto i 52,2. Il petrolio Brent è salito durante gli scambi a 56,08 per poi assestarsi poco sopra i 55. In entrambi i casi sono stati centrati i massimi da un mese a questa parte.

In realtà l'aumento non è stato ispirato dal timore di un conflitto bellico, anche perché quello di Trump non è stato un atto di guerra vero e proprio, ma piuttosto un messaggio al presidente siriano Bashar al-Assad. Un monito forte. Peraltro se il mercato avesse "prezzato" una guerra, avremmo assistito a variazioni molto più decise
La reazione emotiva dei mercati sembrerebbe in realtà più legata alle possibili frizioni tra Russia e Stati Uniti, ma anche al rischio che queste tensioni nella zona possa acuire le rivalità tra le potenze regionali produttrici OPEC, alcune delle quali sostengono Assad e altre no (in Medio Oriente si produce più di un quarto del greggio globale).



Al momento la situazione del mercato del petrolio è comunque molto migliore rispetto a diversi mesi fa. Le politiche del OPEC, la riduzione degli stoccaggi galleggianti nel mondo e la ripresa della domanda negli Usa sta contribuendo a spingere in alto il prezzo, anche se è chiaro che l'eccesso di offerta resta.

Ad ogni modo, al momento non ci sono fattori fondamentali che giustifichino la tenuta del rally del petrolio, almeno non legati alla questione siriana. Gli investitori invece dovrebbero ancora osservare con attenzione le variazioni delle scorte USA o le prossime mosse dell'Opec, che il 25 maggio deciderà riguardo alla proroga del taglio alla produzione.

Vedi tutte le news riguardanti:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
F 3 y 7 n 1
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market