donchian-channel.jpg

Canale di DONCHIAN, come funziona e strategia operativa

Scritto da -

Come si usa il Donchian Channel, quale strategia adottare e il metodo migliore per sfruttarlo con efficacia

Il canale Donchian (noto anche come "Channel Price") è uno degli indicatori di trend più utilizzati dagli investitori al pari delle Bollinger Bands, e può essere sfruttato anche come indicatore di volatilità del mercato visto che si allarga e si restringe in base all'andamento dei prezzi. Rispetto alle Bande di Bollinger è molto simile, ma più "statico". Approfondiremo questo discorso a breve.
Prima però...


Come si calcola


Per determinare il Canale Donchian bastano un paio di semplicissimi elementi: il massimo e il minimo raggiunto dai prezzi durante un periodo di retro-osservazione (di solito 20, che corrispondono a 4 settimane di contrattazioni). L'evoluzione di questi due valori definisce le bande superiori (Donchian High) e inferiori (Donchian Low) del canale, mentre molte piattaforme tracciano anche una linea centrale del canale, che altro non è che la media tra le prime due.
donchian-channel-1.jpg
Come si vede, l'analogia con le bande di Bollinger è evidente, così come è evidente che il canale di Donchian sia più statico visto che i movimenti delle sue linee sono per larghi tratti in orizzontale più che oscillanti.


Come sfruttare il Donchian Channel


L'utilizzo di questo strumento è immediato, e risponde alle classiche logiche di breakout. Il canale Donchian infatti individua un range all'interno del quale si sono sempre mossi i prezzi durante i periodi precedenti, e da ciò si fa derivare la conclusione che quando c'è la rottura del limite superiore o inferiore del canale, possono ricorrere i presupposti per un'entrata long o short.
La logica di questa considerazione è che in presenza di queste rotture, il mercato sta superando quei limiti entro i quali era stato costretto fino a quel momento. In pratica i rapporti di forza tra compratori e venditori si sono sbilanciati da una parte o dall'altra.


Più precisamente: quando si COMPLETA una candela che rompe la banda superiore ("soffitto"), ciò indica il potenziale inizio di un TREND RIALZISTA e segnala una entrata long oppure la necessità di una copertura di tutte le posizioni corte aperte. Quando si COMPLETA una candela che rompe la banda inferiore ("pavimento"), ciò indica il potenziale inizio di un TREND RIBASSISTA e segnala un ingresso short oppure la chiusura di eventuali posizioni lunghe.
donchian-channel-2.jpg
OCCHIO AI VOLUMI. Quando le rotture si verificano in concomitanza con un aumento dei volumi, il segnale può risultare rafforzato.


La banda centrale e gli Stop Loss


Alcuni utilizzano anche la media centrale del canale di Donchian come possibile generatore di segnali, quando essa incrocia con i prezzi. Ma sinceramente non lo consigliamo affatto perché è una forzatura inutile. Piuttosto può essere utile in altro modo, ovvero come livello di Stop Loss.
Molti trader istintivamente pensano di usare come livelli di Stop la banda opposta a quella dove origina il segnale di ingresso, ma dal punto di vista pratico è un errore perché potrebbe portare livelli troppo bassi oppure irragionevolmente alti. La cosa più sensata è quindi sfruttare la media centrale, anche perché se il prezzo tende a ritornare verso quella zona è sintomo che la posizione assunta in precedenza non è più valida.



Precisazioni importanti


La prima cosa da rimarcare è che questo è un indicatore “trend follower”, pertanto non deve essere utilizzato nei periodi di mercato laterale giacché sarebbe inutile (anzi deleterio).
In secondo luogo, è opportuno sovra-dimensionare i periodi di osservazione quando si scelgono timeframe brevi. Per il daily vanno bene i classici 20 periodi, mentre scendendo a 4 ore o meno sarebbe il caso arrivare verso i 50 onde evitare molti falsi segnali.
In terzo luogo, proprio la sua semplicità suggerisce l'opportunità di usarlo in tandem con indicatori di analisi tecnica, soprattutto quelli di momentum come l'indicatore RSI o l'Oscillatore Stocastico, così da migliorare l’efficienza del nostro trading.





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
1 X 4 Q 6 M
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market