dollaro-nuova-zelanda.jpg

La RBNZ non tocca il tasso di interesse. Cross Nzd-Usd stabile verso quota 0,70

Scritto da -

La banca centrale della NeoZelanda non cambia idea: resta una prospettiva di notevole incertezza, non c'è fretta di modificare la politica monetaria
Come era nelle previsioni, la Banca centrale neozelandese non ha toccato i tassi lasciandoli all'1,75%. Ha così di fatto replicato la decisione presa a febbraio, che scatenò un'ondata di vendite dal momento che molti si aspettavano una mossa restrittiva (dopo una serie di ritocchi al ribasso durante il 2016).

E' stato quindi di parola il Governatore Graeme Wheeler, che proprio a febbraio disse che la politica monetaria nella NeoZelanda sarebbe rimasta accomodante «per un considerevole periodo». Questo anche perché il dollaro NZD resta troppo forte e potrebbe rimettere l'inflazione in retromarcia e allontanare l'obiettivo 2%.



Dopo la decisione di ieri sera, il cross Nzd-Usd non ha vissuto scossoni particolari come invece successe a febbraio. Rispetto all'ultima volta infatti, la decisione di non toccare nulla era ampiamente prevista.
Vediamo uno screenshot tratto da Plus500.
nzdusd-23-3-2017.jpg

La valutazione della RBNZ rimane identica rispetto a un mese fa. Resta una prospettiva di notevole incertezza, per cui non c'è fretta di modificare la politica (in entrambe le direzioni). Difficilmente quindi, rimanendo così le cose si potrà avere un ritocco dei tassi prima del 2018.

La RBNZ ha riconosciuto che alcuni dati macro recenti (crescita del PIL e inflazione) sono stati confortanti, ma al tempo stesso ritiene che questi sviluppi non abbiano ancora cambiato il giudizio generale sullo stato dell'economia.
Riguardo al cambio, la RBNZ sottolinea che un “ulteriore deprezzamento sia necessario”.

Vedi tutte le news valutarie su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
3 Q 4 K 9 x
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
bonus-trading.jpg
Scegliere il broker che offre un bonus senza deposito significa partire già con un profitto. Ma poi spetta a te sfruttarlo...
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market