corona-norvegia-norges-bank.jpg

Norges Bank annuncia la stretta a giugno. Ma la Corona NOK non decolla

Scritto da -

Il tasso di interesse è stato confermato all'1% ma l'istituto centrale ha annunciato di volere procedere ad un rialzo
Appuntamento al mese prossimo per un rialzo del costo del denaro. Ecco il succo dell'ultimo meeting di politica monetaria della Norges Bank, la banca centrale norvegese, che si è tenuto giovedì.
Il tasso di interesse è stato confermato all'1%, ma con una mossa che ha sorpreso gli analisti l'istituto centrale ha annunciato di volere procedere ad una nuova stretta a giugno, dopo quella già effettuata a marzo scorso (25 punti base).

Il volto hawkish della Norges Bank


Lo ha dichiarato apertamente il governatore Oystein Olsen, secondo il quale il Comitato di politica monetaria - dopo aver valutato prospettive e rischi - ha concluso che "il tasso ufficiale sarà probabilmente alzato nel mese di giugno” (a meno che non si verifichi un forte shock per l'economia).
Nonostante l’incertezza dell'economia globale persista, ci sono due fattori che hanno positivamente sorpreso la banca centrale. Il primo è la crescita dell'utilizzo della capacità produttiva (il Pil in aumento annuo dell’1,7%). Il secondo è la marcia dell’inflazione che è già a livelli maggiori del previsto e del target del 2% (l’indice dei prezzi al consumo registra un +2,9%). Inoltre il tasso di disoccupazione è a livelli fisiologici (3,8%).



La Corona NOK non decolla


Il fatto che la Norges Bank abbia mostrato un volto assai hawkish mentre la maggior parte delle altre principali banche centrali ha sospeso il proprio ciclo di rialzo dei tassi, ha inizialmente spinto la Corona Norvegese nella giornata di ieri. Ma la spinta è durata poco.




Infatti la marcia al rialzo del cross USDNOK - il cui impulso è partito a fine aprile - ha ripreso ad andare avanti (discorso analogo anche per l'EURNOK).
Va ricordato infatti che l'economia scandinava è fortemente legata al settore petrolifero, e i timori di una decelerazione globale e le fragili relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina potrebbero continuare a pesare sul sentiment e abbassare i prezzi del greggio. Queste paure persistenti potrebbero spiegare perché l'USDNOK continua a salire nonostante la Norges Bank esprima una prospettiva molto più aggressiva rispetto alla Fed.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
6 K M 9 i 9
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto