fed.jpg

Minute FOMC: tassi fermi nel 2019, ma la direzione della prossima mossa è incerta

Scritto da -

L'istituto centrale americano ha pubblicato il verbale della riunione di politica monetaria che si è svolta il 19-20 marzo
Le minute dell'ultimo meeting della FED, che ha lasciato fermo il costo del denaro al 2,25-2,5%, hanno appesantito la marcia del dollaro, il cui Index nella giornata di mercoledì è sceso fino a un minimo di due settimane.



La FED sempre più colomba


L'istituto centrale americano ha pubblicato il verbale della riunione di politica monetaria che si è svolta il 19-20 marzo, al termine della quale i tassi di interesse non furono toccati.
Da essi emerge che il FOMC (Federal Open Market Committee) non è intenzionato a procedere ad altri ritocchi nel corso del 2019. Questo almeno ritiene la maggioranza dei membri della Banca centrale americana. Nel board diversi partecipanti hanno precisato che la il range giusto per i tassi in futuro "potrebbe cambiare in entrambe le direzioni".

Le motivazioni del FOMC riguardano soprattutto l'andamento dell'inflazione che mostra segnali di attenuazione malgrado le solide condizioni del mercato del lavoro e l'aumento della crescita dei salari nominali, e l'indebolimento della crescita economica. Tuttavia, in merito a quest'ultimo aspetto, l'istituto centrale ritiene che il PIL possa avere un robusto rimbalzo nel secondo trimestre di quest'anno.



Il dollaro perde quota


La linea della "pazienza" sostenuta dalla FED ha appesantito il dollaro sul mercato valutario, senza però spingerlo sostanzialmente al ribasso. L'indice del biglietto verde, dopo essere scivolato a un minimo di due settimane di 96,45 mercoledì, si è poi leggermente ripreso.




Va detto i principali cross valutari non hanno registrato grandi mobilità, malgrado mercoledì fosse una giornata ricca di spunti. Prima delle minute FED, ad esempio, c'era stato il meeting della BCE. Dopo la conferenza stampa di Draghi, l’indice del dollaro aveva compiuto un piccolo balzo in alto per poi ritornare velocemente in linea con il livello pre-riunione.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: fai la somma dei numeri
7 Z 8 k 1 s
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto