lira-turchia.jpg

La Turchia non convince ancora i mercati. Lira (TRY) ai minimi di 2 mesi sul dollaro

Scritto da -

Mercoledì la Banca Centrale della Repubblica di Turchia (CBRT) ha deciso di mantenere fermo il tasso di interesse di riferimento al 24%
Dopo aver ritoccato in modo forte i tassi di interesse nel corso del 2018, la Banca centrale della Turchia ha tirato il freno e per la quarta riunione consecutiva (mercoledì) ha confermato il costo del denaro al 24%.
Quella appena svolta è stata la seconda delle 8 riunioni previste per quest'anno, lo scorso ce ne furono nove durante le quali il costo del denaro passò dall'8% al 24%.

La CBRT ha dichiarato che "la tendenza al ribilanciamento dell'economia è diventata più evidente". La domanda esterna rimane relativamente forte, mentre l'attività economica ha rallentato a causa soprattutto delle rigide condizioni finanziarie.
Di positivo c'è l'inflazione - che è la principale guida della politica monetaria - a febbraio è giunta al 19,67% (a ottobre 2018 raggiunse il picco del 25,24%). La CBRT è convinta che l'inflazione mostrerà un miglioramento significativo nel prossimo futuro. L'obiettivo è il 15,9% quest'anno, il 9,8% l'anno prossimo e il 6% nel 2021.



Ad ogni modo l'istituto centrale ha confermato che "continuerà a utilizzare tutti gli strumenti disponibili per perseguire l'obiettivo di stabilità dei prezzi", inclusa l'adozione ulteriori misure restrittive monetarie, se sarà necessario.

Gli investitori rimangono guardinghi sulla Lira turca, che si sta indebolendo contro il dollaro dalla fine di gennaio. La coppia USDTRY si aggira attorno ai massimi di 2 mesi verso quota 5,4378.




Anche la coppia EurTry sta vivendo una fase rialzista da qualche settimana. A fine gennaio il cambio era 5,9176, mentre adesso viaggia su quota 6,105.

A tenere sull'allerta i mercati sono gli effetti sui mercati emergenti della forza del dollaro e delle prossime mosse della FED, ma anche il persistente deterioramento dei fondamentali interni, nonché il conflitto permanente tra il governo di Erdogan e la banca centrale.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
a 3 Y 7 H 4
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto