ron-romania-1.jpg

Romania, l'inflazione scende e centra il target. Il Leu resta debole (USD-RON oltre 4.00)

Scritto da -

Anche se l'inflazione ha centrato il target, non è detto che la Banca di Romania si muoverà sul fronte dei tassi
Scende per il terzo mese consecutivo l'inflazione in Romania, che ha raggiunto il target fissato dalla banca centrale. Secondo i dati resi noti dal National Institute of Statistics infatti, la crescita dei prezzi al consumo ha rallentato al 3,43% dal 4,25% del mese precedente (per lo più grazie alla minore evoluzione dei prezzi alimentari). Gli economisti avevano previsto questo calo, ma si erano fermati al 3,8%.
Quindi l'inflazione è entrata nella fascia target 1,5-3,5% fissata dalla banca centrale della Romania (BNR).

Assieme al report sull'inflazione, è stato anche pubblicato quello sulla retribuzione mensile media netta reale, salita al 9,1% su base annua a ottobre. Su base mensile la crescita è stata dello 0,7%. In termini nominali invece il salario mensile netto medio è aumentato del 13,7% sull'anno (1,2% su mese).
Ieri era stato reso noto anche il dato sulla bilancia commerciale, con un deficit commerciale crescente a 11,85 miliardi di euro.



Anche se l'inflazione ha centrato il target, non è detto che la Banca di Romania si muoverà sul fronte dei tassi con nuovi rialzi. O almeno ciò non dovrebbe accadere nell'immediato.
Dopo aver effettuato 3 ritocchi quest'anno (gennaio, febbraio e maggio) portando il costo del denaro al 2,5%, l'istituto rumeno dovrebbe fermarsi per un po', come ha fatto capire il Governatore Isarescu ("i tassi di interesse sono dove dovrebbero essere e dove li vediamo nel prossimo periodo"). I mercati prevedevono altri 3 ritocchi per il prossimo anno, ma il tono dovish della BNR ha un po' raffreddato gli animi.



Ad ogni modo non era l'inflazione il problema principale della Banca rumena, bensì la debolezza del Leu. La valuta nazionale ha infatti subito un grosso deprezzamento in estate e adesso sta mantenendo la quota raggiunta a luglio (EurRon a 4.66). La coppia UsdRon invece continua a rimanere oltre la soglia psicologica di 4.00 superata a fine settembre.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: fai la somma dei numeri
7 C i 4 P 7
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market
pip-forex-cosa-e.jpg
Scopriamo il concetto di trading PIPS: significato, dove trovare un calcolatore di valore e come utilizzare correttamente questo concetto