dollaro-canadese-2.jpg

Bank of Canada troppo dovish e nuove tensioni USA-Cina, il dollaro CAD si indebolisce

Scritto da -

La Bank of Canada ha lasciato i tassi invariati all'1,75% ma la dichiarazione di accompagnamento è stata molto prudente
Il meeting di politica monetaria avvenuto mercoledì sera in Canada, ha prodotto una decisione attesa e una sorpresa da parte della BoC.
La decisione attesa ha riguardato il costo del denaro. Dopo una doppia stretta a luglio e ottobre (+25 punti base), la Bank of Canada ha lasciato i tassi invariati all'1,75%. L'istituto centrale di Ottawa fa quindi una pausa nel programma di normalizzazione.

La sorpresa riguarda invece la dichiarazione di accompagnamento, che è stata più prudente delle previsioni. Il tono dovish dell'istituto centrale si evidenzia confrontando la prospettive economiche "solide" di un mese fa, con quelle definite "significativamente più deboli" ieri.
A generare il peggioramento è stato il forte calo dei prezzi del petrolio e un PIL molto debole. Rimane poi la grossa incertezza riguardo alla guerra dei dazi USA-Cina, che si è appena arricchita di un altro episodio: l'arresto del direttore finanziario di Huawei (avvenuto proprio in Canada) che potrebbe far saltare la tregua tra USA e Cina.



Dopo la decisione della Banca canadese, il dollaro canadese è stato scambiato al livello più basso da settembre contro la maggior parte dei suoi principali rivali.
Il cross UsdCad ha toccato i minimi da giugno 2017. Adesso quota 1,343 e guadagna mezzo punto percentuale.
Dollaro canadese in calo anche contro l'euro. L'EurCad è infatti salito da 1,522.




Malgrado il tono dovish, va detto che la Bank of Canada ha dichiarato che il costo del denaro deve essere ancora portato in alto verso il "range neutro" (tra il 2,50% e il 3,50%) se si vuole stare al passo con l'inflazione. Molti analisti ritengono che la BoC possa operare altri due aumenti dei tassi l'anno prossimo.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
4 Z D 5 b 6
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market