yuan.jpg

Guerra commerciale, la paura di nuove escalation spinge lo YUAN ai minimi da 10 anni sull'USD

Scritto da -

Gli Usa potrebbero annunciare entro dicembre nuovi dazi sui restanti 257 miliardi di import cinesi non ancora coperti da tariffe
La tensione continua tra Cina e USA legata alla guerra commerciale ha spinto il dollaro ai massimi di 10 anni contro lo Yuan. Ormai la coppia UsdCny è a un passo dal livello 7.00, spinta dalle mosse della People’s Bank of China che la scorsa notte ha ridotto la banda di oscillazione dello yuan dello 0,3%, portando il cambio immediatamente a 6,957.
La Banca centrale cinese ha voluto così reagire alla svalutazione profonda della sua valuta, che dalla scorsa primavera (ovvero quando è cominciata l'escalation per la guerra dei dazi) ha perso il 10% contro il dollaro.



La battaglia condotta a colpi di tariffe e contro-tariffe ha colpito già duro la Cina. Da inizio anno la Borsa di Shanghai perde più del 20% (considerato da molti analisti come il livello di entrata nella fase "Orso").

Peraltro questa guerra potrebbe subire una nuova impennata, visto che gli Usa potrebbero annunciare entro dicembre nuovi dazi sui restanti 257 miliardi di import cinesi non ancora coperti da tariffe.
La Cina dal canto suo potrebbe dimezzare le tasse sulle auto, in modo da dare vigore alla domanda interna. Inoltre secondo alcuni rumors le autorità di vigilanza cinesi potrebbero garantire la liquidità degli scambi, favorendo piani di riacquisto di azioni proprie (buy-back) e operazioni di fusione e acquisizione per le società quotate.

Per tutti questi motivi i mercati guardano con molta attenzione ai prossimi colloqui fissati per fine novembre tra il presidente americano, Donald Trump, e quello cinese, Xi Jinping. La guerra commerciale infatti non è solo un danno per i paesi direttamente coinvolti, ma rischia di minare l'intera crescita economica globale.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
d 1 E 3 X 8
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market