rupia.jpg

India, la Rupia (INR) continua la discesa dopo la sorpresa della RBI

Scritto da -

La Rupia continua a scivolare malgrado le rassicurazioni del ministero delle finanze per evitare una svalutazione a ritmi irragionevoli
Continua la fase calante della Rupia indiana, che da fine settembre ha perso qualche punto percentuale nei confronti del dollaro. Settimana scorsa la Reserve Bank of India (Rbi) ha deluso gli investitori che si aspettavano una manovra restrittiva. Invece il board ha lasciato invariati i tassi d'interesse al 6,50% con il voto favorevole di 5 su 6 membri, dopo averli alzati di 25 punti base nei meeting di giugno e agosto (prima di questo doppio ritocco era dal 2014 che non c'era una mossa simile).

Il motore delle decisioni del Monetary Policy Committee è l'inflazione, che si prevede possa giungere al 4% nel secondo trimestre del 2018-2019 (chiuso a fine settembre) ed è attesa tra il 3,9% e il 4,5% nel secondo semestre e al 4,8% nel primo trimestre dell'esercizio 2019-2020 (in avvio il prossimo aprile). Confermata al 7,4% la stima di crescita del Pil nell'anno fiscale in corso.
Ricordiamo che gli alti prezzi del petrolio si ripercuotono sull'intera economia indiana (l'India è un importatore netto), che faticosamente ha accelerato la crescita oltre l'8%.



Val la pena ricordare che i mercati hanno già scontato un rialzo dei tassi di 50 punti base nei prossimi tre mesi. Per questo motivo un ritocco adesso di 25 pb era visto come il minimo indispensabile (seguito da un altro nell'incontro finale per quest'anno, il 5 dicembre). Invece l'RBI non ha avuto paura di andare contro le aspettative del mercato.

Per questo motivo la Rupia continua a scivolare, malgrado le rassicurazioni del ministero delle finanze circa l'impegno per evitare che questa svalutazione giunga a "livelli irragionevoli".
La coppia UsdInr è salita a 73.870, dopo aver varcato anche la soglia dei 74 (ha guadagnato circa il 13 nell'ultimo anno) mentre anche la coppia EurInr si sta muovendo verso l'alto, ed è giunta a 85.119.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
9 K Z 9 L 3
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market