corona-ceca-1.jpg

RepCeca, la Corona resta debole malgrado il rialzo dei tassi. Usd-Czk oltre 22

Scritto da -

Il governatore Rusnok ha affermato che è probabile un ulteriore rialzo, ma non ha escluso che possa essere rinviato al 2019
La Banca centrale della Repubblica Ceca (Ceska Narodni Banka, CNB) non ha deluso le aspettative degli analisti e ha deciso di procedere ad una manovra restrittiva. L'istituto centrale mercoledì ha infatti alzato i tassi d'interesse di 25 punti base all'1,50% dopo averli aumentati dello stesso ammontare nei meeting di febbraio, giugno e agosto. Il voto non è stato unanime (6 a favore e 1 contrario).

Una scelta annunciata, un non-evento. Infatti i recenti commenti di alcuni membri del board della CNB avevano fatto crescere le aspettative del mercato circa altri due aumenti quest'anno e due nel 2019.
Ecco perché le attenzioni erano rivolte soprattutto alle dichiarazioni di accompagnamento, che sono state piuttosto accomodanti. Il governatore Rusnok ha affermato che è probabile un ulteriore rialzo, ma dipenderà dalle nuove previsioni e potrebbe persino arrivare solo all'inizio del 2019 (anziché quest'anno in cui il mercato sta valutando).



Essenzialmente la CNB ha osservato che l'inflazione core è stata al di sopra delle previsioni negli ultimi mesi, che dovrebbe superare l'obiettivo del 2% quest'anno ma poi rientrare nel target durante il 2020.
Inoltre il mercato del lavoro sta esercitando ulteriori pressioni inflazionistiche; l'economia ha un po' rallentato la sua marcia ma resta solida; i rischi sono bilanciati.

Il tono meno aggressivo in conferenza stampa, e il fatto che il ritocco dei tassi fosse ampiamente previsto, hanno fatto sì che non c'è stato un grosso sostegno al CZK sul mercato valutario.
Anzi, il dollaro ha guadagnato un po' di terreno negli ultimi giorni, portando la coppia UsdCzk oltre quota 22.00 (ricordiamo che mercoledì la FED ha alzato i tassi di interesse).



Anche la coppia EurCzk si è mossa al rialzo, ed è tornata ai valori di una dozzina di giorni fa oltre quota 25.70. Durante il mese di luglio la Corona si era notevolmente apprezzata, passando da 26.128 a 25.568 ed avvicinandosi al supporto di lungo termine al livello di 25,35 che ancora non è riuscita a violare.

Vedi tutte le news su:



  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
2 m 4 D 4 s
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market