rand-sudafrica.jpg

SudAfrica, il Rand (ZAR) prova a rialzarsi dopo un'estate caldissima

Scritto da -

Sul finire della settimana scorsa è stato presentato un nuovo piano per rilanciare l'economia, intanto la SARB ha confermato i tassi
Non si diradano ancora le nubi attorno al Rand sudafricano. Il pacchetto di stimoli economici annunciato dal presidente Cyril Ramaphosa la scorsa settimana non ha impressionato i mercati. E comunque non al punto di fargli dimenticare i timori (comuni a tutti gli emergenti) riguardo ai rischi connessi alla guerra commerciale (Stati Uniti e Cina non hanno mostrato alcun segno di arretramento e si prevede che l'escalation commerciale si ripercuota sulla crescita economica globale).

Sul finire della settimana scorsa è stato presentato un nuovo piano per rilanciare l'economia (in recessione e con un tasso di disoccupazione al 27%).
Il piano non prevede un aumento delle spese pubbliche, ma una revisione delle priorità dell'attuale budget. Saranno adottate una serie di misure a sostegno dei contadini e la creazione di un fondo per il sostegno alle imprese nelle zone rurali. Verrà rinforzato il settore della sanità pubblica e verrà creato un fondo da circa 24 miliardi di euro (grazie ai capitali privati) per le infrastrutture, per la costruzione di strade, scuole e altri progetti che così potrebbero creare molti posti di lavoro.



Settimana scorsa è stata anche quella dell'appuntamento con la South African Reserve Bank (SARB), che ha deciso di mantenere stabile al 6,50% il suo tasso di interesse, dopo averlo tagliato di 25 punti a fine marzo e a luglio dello scorso anno. La decisione è stata assunta visto il mitigarsi delle aspettative d'inflazione, che resta all’interno del corridoio obiettivo del 3-6% e il lieve miglioramento del contesto generale per i mercati emergenti (sia pure con tutte le cautele del caso).

A livello valutario, la coppia UsdZar attualmente scambia a 14.35 dopo essersi allontanata dai massimi di 2 anni raggiunti a inizio settembre ben oltre quota 15.00 (il deprezzamento complessivo contro il biglietto verde nel 2018 resta comunque elevatissimo, al 16%).



Anche il cambio EurZar ha limato parte delle perdite nel corso delle ultime due settimane, ed è ridisceso verso gli attuali 16.90 (perdita complessiva del Rand nel 2018 pari al 13% circa).

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
u 6 A 3 Q 9
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market