sterlina.jpg

Inflazione GB, primo rialzo nel 2018. La coppia GBP-USD tocca i minimi da giugno 2017

Scritto da -

Il rischio che si concretizzi una Brexit senza un accordo commerciale è sempre più concreto, e questo chiaramente zavorra la valuta del Regno Unito
Per il dodicesimo giorno consecutivo, la sterlina è andata in calo contro il dollaro. Una serie così lunga di ribassi non si vedeva dalla crisi finanziaria nel 2008. Il cross GbpUsd ha raggiunto il livello più basso dal giugno 2017, prima di rialzarsi leggermente nel corso della giornata.

Il dollaro sta vivendo una fase di forza propria molto pronunciata, che si contrappone alla view abbastanza pessimistica che gravita attorno alla sterlina. Il tema caldo è sempre quello dell'uscita dall'Unione Europea che avverrà il prossimo anno. Il rischio che si concretizzi una Brexit senza un accordo commerciale è sempre più concreto, e questo chiaramente zavorra la valuta del Regno Unito.

Come detto, mercoledì la coppia GbpUsd è scivolata ulteriormente a un minimo di 1.2660, dato più debole dal 22 giugno 2017. Nell'ultimo mese la coppia ha perso il 4% circa.




Oggi è stato reso noto anche il dato sull'inflazione britannica. Per la prima volta nel corso di quest'anno c'è stato un aumento (previsto). L'indice dei prezzi al consumo è arrivato al 2,5% dal precedente 2,4%.
Questo dato però fa il paio con quello reso noto martedì circa i salari dei lavoratori britannici, che non aumentano allo stesso ritmo dell'inflazione.

Ricordiamo che la Bank of England (BoE) ha alzato i tassi all'inizio di agosto, portando il costo del denaro allo 0,75% con una decisione unianime. Carney ha preannunciato che difficilmente si muoverà ancora una volta nelle prossime riunioni.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: fai la somma dei numeri
U 5 R 6 f 4
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market