lira-turchia-2.jpg

Turchia caos, la Banca centrale non tocca i tassi e la Lira (TRY) crolla

Scritto da -

I mercati si aspettavano un forte ritocco al rialzo e ritengono che dietro a tutto questo ci sia il presidente Erdogan
Niente rialzo. La Banca Centrale di Turchia sorprende tutti e decide di lasciare invariato il costo del denaro. L'istituto centrale ha infatti deciso che il tasso di riferimento resterà a 17,75%, provocando uno scossone tremendo sulla Lira, scivolata a quota 4.881 contro il dollaro.

La motivazione fornita dalla CBRT per questa mossa è che i dati macro recenti indicano una tendenza di ribilanciamento più significativa dell'attività economica.
Una giustificazione che non basta ai mercati, che ritengono invece che dietro a tutto questo ci sia il presidente Erdogan, che dalle elezioni del 24 giugno è uscito con pieni poteri e si è sempre detto nemico dei tassi alti. Si solleva così con prepotenza la questione dell'indipendenza della banca centrale, che appena il mese scorso aveva intrapreso una fortissima stretta monetaria e adesso, chissà per quale "misterioso" motivo, ha cambiato rotta.



Erdogan ha fatto della crescita il suo mantra. Ma per stimolarla ha surriscaldato l'economia interna, alimentato il deficit delle partite correnti (oramai viaggia al 6%), alimentato l'indebitamento in valuta pregiata delle imprese turche e causato una crescita spropositata dell’inflazione.

Gli esperti si aspettavano un rialzo di almeno un punto percentuale per sostenere la valuta e combattere un'accelerazione rapida dell'inflazione, salita al 15,4% a giugno (il tasso più alto in 15 anni e più del triplo rispetto all'obiettivo della banca centrale).

Come detto, inevitabilmente tutto ciò ha spinto già la lira sui mercati. La valuta turca (che ha perso quasi un quarto del suo valore quest'anno) è crollata contro il dollaro. La coppia UsdTry viaggia a quota 4.881 dopo aver toccato il massimo giornaliero di 4.9373 intraday, avvicinandosi ai massimi storici toccati a metà luglio (4.95).



Anche la coppia EurTry ha marciato in forte rialzo fino al pomeriggio, ma poi è tornata ad assorbire il guadagno ed è tornata verso 1.1683.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
d 3 y 9 h 9
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market