sterlina-2.jpg

GB: inflazione debole e Brexit penalizzano la sterlina. GBP in calo su EUR e USD

Scritto da -

Le probabilità che la Banca d'Inghilterra proceda ad un rialzo dei tassi ad agosto sono scese dall'80% al 69%
Giornata molto pesante per la sterlina, che finisce sotto pressione a causa del dato poco esaltante sull'inflazione e dei risvolti politici legati alla Brexit.

Secondo i dati diffusi dall'Office for National Statistics, l'inflazione si è confermata al 2,4% annuo, ovvero al di sotto delle aspettative degli analisti (+2,6%). L'inflazione generale è salita del’1,9% su base annua, rallentando dal 2,1% del mese prima e deludendo le attese di un +2,2%.
Dal mercato del lavoro giungono invece notizie in chiaroscuro: l'occupazione ha raggiunto un livello record nei tre mesi fino a maggio (+137.000 unità, più del previsto) ma tuttavia la crescita dei compensi è rallentata al minimo di sei mesi nel trimestre terminato a maggio.

Il dato sui prezzi al consumo è quello che ha avuto il maggiore impatto sul mercato. Infatti vista l'inflazione superiore alla crescita dei compensi, i consumatori stanno affrontando una stretta sul costo della vita, e questo potrebbe complicare i piani della BoE. Gli investitori infatti ritengono molto meno probabile che la Banca d'Inghilterra possa aumentare i tassi d'interesse il mese prossimo (era all'80%, adesso è scesa al 69%).
Questo ha chiaramente spinto le vendite di sterlina, che cede confronti dell'euro e del dollaro.

Il Cable (GBPUSD) si mantiene a fatica sopra la soglia di 1,30 contro il dollaro, perdendo circa lo 0,50% viaggiando sui minimi a 10 mesi. La coppia EURGBP invece sale fino a 0.8928 dopo aver segnato il massimo di quattro mesi.



Sullo sfondo peraltro rimangono le questioni relative alla Brexit. Pochi giorni fa ci sono state le dimissioni dei due ministri, David Davis e Boris Johnson, ma la premier Theresa May continua a tentare la strada di una “Soft Brexit”, malgrado la situazione politica interna renda la sua stessa posizione sempre più instabile.

Vedi tutte le news su:




  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
2 L D 8 E 2
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market