rupia-2.jpg

India, rialzo a sorpresa del tasso dopo 4 anni. Usd-Inr in discesa a 66.8

Scritto da -

Voto unanime del board. L'ultimo ritocco all'insù del costo del denaro risaliva addirittura a più di 4 anni fa, ovvero al gennaio 2014
Contro tutte le previsioni, la Reserve Bank of India ha deciso di alzare i tassi di interesse di 25 punti base al 6,25%. L'ultimo ritocco all'insù del costo del denaro risaliva addirittura a più di 4 anni fa, ovvero al gennaio 2014, mentre l'ultima volta - agosto 2017 - aveva proceduto ad un taglio. Peraltro la decisione è arrivata con il voto unanime di tutti e 6 i componenti del board.

L'istituto centrale ha quindi deciso di accelerare i tempi, dal momento che le pressioni inflazionistiche facevano ritenere probabile un adeguamento del costo del denaro solo ad agosto. Di recente l'inflazione è stata rivista al rialzo 4,58% dal precedente 4,28%, oltre le aspettative degli analisti (4,42%) a causa soprattutto degli aumenti del petrolio. A spaventare la banca centrale è il fatto che questo rialzo sia giunto dopo mesi di diminuzione.



La Rbi nel frattempo ha confermato le attese per una crescita del Pil del 7,4% nell'esercizio 2018-2019 (iniziato in aprile), con una forchetta del 7,5% -7,6% per il primo semestre e del 7,3% -7,4% per la seconda parte dell'anno fiscale. L'India si conferma l'economia in più rapida crescita a livello globale (battendo il tasso di crescita della Cina del 6,8%).

La reazione sul fronte valutario è stata una crescita delle rupia contro il dollaro, dopo un deprezzamento di due giorni. La coppia UsdInr si muove verso 67. La valuta indiana da metà maggio è andata in crescita contro il biglietto verde. Perde invece ancora terreno contro l'euro: infatti la coppia EurInr è vicina a 78.70.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
8 A 4 V 3 n
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market