rublo-russia-3.jpg

Russia, il Rublo si sta rialzando contro USD ed Eur ma il bilancio annuo è negativo

Scritto da -

La Banca centrale Russa dovrebbe lasciare i tassi invariati al 7,25% sul timore che l'inflazione possa crescere nei prossimi mesi
A metà giugno la Banca centrale russa si riunirà per decidere riguardo al tasso di interesse, ma le probabilità che la CBR operi un ritocco al ribasso sono ritenute molto basse. Le aspettative di un aumento dell'inflazione durante l'imminente Coppa del Mondo di calcio e per via della crescita dei consumi, rendono molto probabile una mossa attendista da parte dell'istituto di Mosca.

Ricordiamo che la CBR ha gradualmente ridotto i tassi a partire dal 2014 (quando erano al 17%), e a marzo è avvenuto l'ultimo ritocco portandoli al 7,25%. Poi le nuove sanzioni statunitensi hanno colpito il rublo, causando il timore di che una probabile debolezza della valuta avrebbe spinto verso l'altro i prezzi al consumo.

Per questo c'è molta attesa di conoscere il dato relativo al CPI in uscita martedì prossimo. Gli analisti si aspettano un'inflazione in lieve rialzo al 2,5% (rispetto al precedente 2,4%), quindi ancora al di sotto del target del 4%.
Proprio per questo motivo entro la fine dell'anno comunque ci si attende una o più mosse da parte della banca centrale, che dovrebbe tagliare il tasso portandolo al 6,75%. A meno che la spinta dei prezzi non si riveli più elevata del previsto (l'inflazione annuale è vista in crescita fino al 3,7% alla fine del 2018, tenendo conto di un recente indebolimento del rublo).



Dal punto di vista dei fondamentali, la Russia si dimostra un'economia in crescita malgrado le sanzioni che gli Stati Uniti hanno imposto a Mosca all'inizio di aprile abbiano comunque avuto un certo impatto. Dopo due anni di recessione però, l'economia russa si sta ora riprendendo (anche grazie al rally del petrolio).

Dal punto di vista valutario, il rublo viaggia verso 62,1 contro la valuta degli Stati Uniti (UsdRub), evidenziando una ripresa nell'ultimo mese e mezzo (malgrado un deprezzamento complessivo del 7% circa nel corso di quest'anno).



Nei confronti dell'euro invece da inizio aprile è in atto un forte apprezzamento della valuta russa. Malgrado la coppia EurRub negli ultimi 12 mesi sia salita del 13,25%, nell'ultimo mese e mezzo si è passati da un massimo di 77.89 a quota 72.57 con un calo di oltre il 4%.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
5 Z 4 q 4 f
Strategie

IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market