trump-petrolio.jpg

Petrolio, Trump rompe ufficialmente con l'Iran. Brent e WTI ballano impazziti

Scritto da -

Il presidente USA ha annunciato la rottura dell'intesa con Teheran. La situazione in Medio Oriente potrebbe surriscaldarsi
La scossa violenta sui mercati petroliferi è arrivata. Nella prima serata (ora italiana) Donald Trump ha ufficialmente annunciato il ritiro degli Stati Uniti dall'intesa con l'Iran che era stata siglata nel 2015 da Obama. Secondo Trump, ci sono prove che Teheran ha violato l’intesa, così come sostenuto da Israele. Ripartiranno quindi a breve le sanzioni al regime iraniano, che erano state congelate proprio in virtù dell'accordo.

Immediato è stato l'impatto sul settore petrolifero, visto che la mossa è ritenuta pericolosa per gli equilibri del Medio Oriente e potrebbe portare a possibili interruzioni di fornitura di petrolio Iraniano (quinto produttore mondiale di petrolio). Inoltre si tratta di una mossa è osteggiata dagli alleati europei, che nel pomeriggio si sono riuniti a Bruxelles e hanno ribadito il sostegno alla piena attuazione dell’accordo.



Già prima dell'annuncio il prezzo del petrolio aveva avuto una giornata turbolenta.
C'era infatti stato un drastico calo dei prezzi, con i future sul WTI (West Texas Intermediate) precipitati a 67,62 dollari al barile, dopo aver raggiunto un nuovo massimo pluriennale di 70,82 appena un giorno fa. Il calo poi è stato parzialmente annullato prima dell'annuncio a quota 69,00. Subito dopo la decisione di Trump, il WTI è schizzato di nuovo verso i 70 dollari.
Stesso andamento isterico lo ha avuto il Brent, calato anche del 3% (a 73,82) prima dell'annuncio. In seguito invece c'è stato un pieno recupero fino a quota 75 dollari.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
G 1 y 2 w 9
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market