powell-fed.jpg

La FED alza i tassi ma Powell prende tempo sul futuro. Eur-Usd sopra 1,23

Scritto da -

Il discorso di Powell sembra ancora orientare verso i 3 rialzi dei tassi nel 2018, incluso quello appena avvenuto
Come era ampiamente nelle previsioni, è arrivato il rialzo del costo del denaro da parte della FED. Al termine del meeting del Fomc - l'organo di politica monetaria americano - è stato deciso di alzare il tasso di interesse all'1,5-1,75%. Quello che però interessava di più ai mercati era il successivo discorso del neo-presidente Jerome Powell (che ha schivato le domande sul tema caldissimo dei dazi).

In conferenza stampa ha sottolineato che il ritmo degli aumenti del costo del denaro non dovrebbe essere troppo lento, perché rappresenterebbe un rischio per l’economia. Tuttavia, se Powell da una parte fa il falco dall'altra fa la colomba, visto che aggiunge che le decisioni verranno presi volta per volta. L'obiettivo da tenere in mente infatti è l'inflazione al 2%.



Il discorso di Powell sembra quindi ancora orientare verso i 3 rialzi dei tassi (incluso quello appena avvenuto) nel corso di quest'anno mentre forse saliranno a 3 quelli del prossimo (rispetto ai 2 inizialmente previsti). Molto però dipenderà dall'andamento dell'inflazione nei prossimi mesi. Inflazione che al momento non invia segnali chiari di accelerazione e quindi di surriscaldamento del sistema economico.

Sotto il profilo macro invece, i dati rimangono ancora incoraggianti. La Fed vede in crescita al 2,7% il PIL quest'anno e del 2,4% nel 2019 (anche se restiamo sotto il 3% promesso da Donald Trump). Resta il problema della crescita salariale debole e della produttività che non decolla.



Per quanto riguarda il dollaro, la coppia EurUsd ha superato quota 1,23 e poi è scesa prima dell'appuntamento con il Fomc e della conferenza di Powell, per poi recuperare i guadagni in seguito. Vero è infatti che la FED ha alzato i tassi come previsto, ma ha lasciato invariato il dot-plot per quest'anno. Le revisioni alla crescita inoltre sono state solo modeste e per il prossimo anno e il successivo.

Vedi tutte le news su:





  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi la prima e l'ultima lettera (case sensitive)
6 q L 8 G 9
Strategie

confronto-reali-forex.jpg
IN EVIDENZA
bonus-trading.jpg
Da agosto 2018 è scattato il divieto dei bonus con e senza deposito. Ma ci sono tanti altri benefit che un trader può sfruttare a proprio vantaggio
spread-fissi-variabili.jpg
Quali sono i broker spread più bassi? Ecco una guida per minimizzare l'unico vero costo a carico del trader
forex-trading.jpg
Si possono ottenere profitti con l'attività di trading. Vi spieghiamo le basi per riuscirci
euro-dollaro.jpg
Il livello di cambio di oggi tra euro e dollaro statunitense. Quali sono i fattori che influenzano questo rapporto?
opzioni-binarie-divieto.jpg
Evitate le fregature. L'AMF pubblica periodicamente una lista di broker senza autorizzazione dai quali stare alla larga
leva-finanziaria.jpg
Investire poco e guadagnare molto, grazie alla leva finanziaria è possibile. Ecco chi offre quella maggiore sul mercato
forex-1.jpg
Sempre più investitori operano nel Forex (Fx trading). Che cos'è? Ecco cosa dovete sapere per guadagnare davvero
analisi-tecnica.jpg
Che cosa è e come si deve condurre un'analisi tecnica? Scopriamo uno degli elementi necessari per un Forex trader
analisi-fondamentale.jpg
Come va fatta un'analisi fondamentale? Scopriamo perché è così importante per guadagnare facendo trading sulle valute
glossario.jpg
I termini più utilizzati nell'ambito finanziario, specialmente nel Foreign Exchange Market